Roma 19 agosto 2010 – (ANSA) Nel 2010 boom per il Gran Maestro del GOI nella trasmissione in 1/2 ora dell’Annunziata.

Conto alla rovescia per Lucia Annunziata che torna domenica 19 settembre alle 14.30 su Raitre con In 1/2 ora: spazio dedicato alla politica e all’attualità con un format ormai più che collaudato come dimostrano i dati d’ascolto della passata stagione tormentata dalla temporanea cancellazione dei talk show nell’ultimo mese prima delle elezioni.

Per la giornalista – che scelse di non andare in onda – la media è stata di 1.313.000 spettatori con uno share dell’8%, nonostante la concorrenza dei grandi eventi sportivi. Piccola ma significativa rivoluzione per il programma: aumentano le puntate, 40 in tutto per una presenza televisiva continuativa di undici mesi su 12 e, soprattutto, arrivano sei speciali in seconda serata.

“Con questi spin off – spiega Lucia Annunziata all’ANSA – vogliamo riscrivere l’alfabeto politico italiano in un momento in cui tutto sta cambiando”. Una sorta di abecedario che accompagni il telespettatore nell’intricato labirinto dei fatti di Stato e delle istituzioni, da B come bipolarismo a R come riforme. La Annunziata guarda e si ispira a un illustre precedente, quello rappresentato da La notte della Repubblica, titolo dell’inchiesta televisiva con la quale nel 1989 Sergio Zavoli fece luce sugli anni di piombo. Esperienza che rimane – a ventuno anni di distanza – tra le più riuscite del giornalismo d’inchiesta capace di utilizzare e valorizzare le potenzialità del mezzo televisivo senza rimanerne ostaggio.

“Il mondo politico – spiega la giornalista – sta collassando. Noi vogliamo raccontare quello che sta accadendo dall’interno ma anche dall’esterno dei Palazzi del potere e delle istituzioni, collocandoci dalla parte cittadini e interpretando il loro punto di vista”. Anche il tradizionale ‘faccia a faccia’ sarà ritoccato, come già sperimentato in passato nelle puntate dedicate al terremoto ad Haiti, con ospite Bertolaso (il 24 gennaio) e a Bettino Craxi, con la figlia Stefania (il 3 gennaio): alla classica intervista si mescoleranno video esclusivi e brevi reportage.

Ma le aspirazioni di sfondare il muro di ascolti tra l’otto e il nove per cento lasciano un pò il tempo che trovano: “Noi abbiamo raggiunto un traguardo importante, ci siamo radicati ma è difficile che i nostri dati d’ascolto possano ulteriormente impennarsi anche rispetto alla media di rete che è del 10% circa. Il nostro programma, in onda la domenica, se la deve vedere con lo sport, le grandi dirette e la sfida è davvero difficile”.

E, nonostante l’agguerrita concorrenza soprattutto dei Gran Premi di Formula 1, Lucia Annunziata in più di una occasione è riuscita ad andare oltre il 10%: la puntata con Gianfranco Fini – in onda il 25 aprile 2009 – ha fatto registrare il top dell’Auditel con il 12.01%. Bene anche quella con Renato Brunetta – trasmessa l’11 ottobre del 2009 – che totalizzò il 10.21%. Se l’é cavata alla grande Antonio Di Pietro con il 10.80% il 14 febbraio del 2009. Nel 2010 boom per il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Gustavo Raffi, ospite della puntata del 13 giugno: per lui il 9.50%.

(ANSA) 19 AGO 10



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.