Roma 1 dicembre 2010 – Cultura: Raffi (Goi), destinare le risorse per le scuole private al recupero del nostro patrimonio archeologico

“Il Tramonto dell’Occidente passa per l’oblio della memoria e delle nostre radici. Basta con i liquidatori della storia: non ci stiamo ad assistere alla rovina di pietre e percorsi culturali che insegnano libertà di pensiero e di azione. Proponiamo di destinare le risorse stanziate per le scuole private al recupero e alla tutela dei siti archeologici del nostro Paese, patrimonio d’umanità del mondo intero”. Così Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, interviene nel dibattito sulla tutela dei Beni culturali.

“Una politica che abbia davvero un progetto e un’anima – rimarca l’avvocato ravennate alla guida della Libera Muratoria di Palazzo Giustiniani –  non può non considerare Pompei e le mille pietre di speranza della nostra Italia come un inesauribile racconto di vita e di futuro. Solo la miopia di logiche bottegaie – taglia corto Raffi – può impedire al futuro di farsi strada nella grande lezione della Tradizione che dobbiamo cogliere per costruire, nel centocinquantenario dell’Unità d’Italia, un’idea di Paese che fa della Cultura non un problema da puntellare con interventi estemporanei o emergenziali ma un terreno di sviluppo concreto e di promozione di territori abitati da un pensiero alto, da vissuti profondi che hanno affrontato e vinto le sfide del tempo e della qualità del vivere, dando indicazioni al cammino di senso dei cercatori di verità”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.