Nell’oasi esoterica di Ferrara il rituale della Rosa

Una particolare celebrazione si tiene a Ferrara dove per questa sera,19 giugno, è stata organizzata una tornata a logge riunite nell’oasi esoterica-naturalistica creata dalla famiglia di un grande massone, Giorgio Valentini, decano della fratellanza locale, da poco passato all’Oriente Eterno (all’età di 93 anni, di cui oltre 50 trascorsi in massoneria). Quella di quest’anno è quindi una celebrazione speciale, una “Festa della Luce” cui si somma il ricordo ed il rimpianto dell’illustre Fratello scomparso.

La partecipazione è aperta a tutti i Fratelli dell’Emilia Romagna e del vicino Veneto, ed eccezionalmente anche ai profani, uomini e donne, familiari ed amici degli stessi massoni presenti. Per l’occasione viene infatti adottato uno speciale e raro rituale massonico, detto “della Rosa”, di antiche origini tedesche, che prevede appunto la presenza e l’intervento di profani all’interno del tempio che verrà creato fra la vegetazione dell’Oasi stessa, sulle rive del suo lago interno.

Ciò che rende straordinario questo tradizionale appuntamento, oltre al suggestivo rituale della Rosa che ha inizio al calar del sole per concludersi al lume delle torce sotto il cielo stellato, è sicuramente l’ambiente particolare in cui tutto si svolge: un’oasi esoterica-naturalistica, unica nel suo genere. E’ in questa particolare atmosfera che si raccolgono i Fratelli della quattro logge ferraresi (Giordano Bruno, Savonarola, Ruini e Sol Invictus) ed i loro ospiti, sia durante il Rito delle Rose, sia durante la successiva Agape Bianca con cui si conclude la celebrazione di questo Solstizio Estivo. La relazione ufficiale della tornata a logge riunite ha come tema “Il Senso del Tempo”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.