Massoneria e Grande Guerra

La storica “Casa Matha”, sede della più antica corporazione di mestiere con scopi mutualistici conosciuta in Europa e forse nel mondo, ma anche luogo d’incontro delle logge ravennate, ospita il 18 ottobre un convegno, aperto al pubblico, sul “Ruolo della Massoneria dai primi del ‘900 alla Grande Guerra”.

Partendo dalle visioni filosofico/politiche europeiste di intellettuali massoni della fine del ‘800 ed i primi del secolo scorso saranno analizzate dai relatori le posizioni della Massoneria nazionale di fronte ai tragici eventi bellici dei primi anni del secolo scorso: la Guerra Italo-Turca prima e, a seguire, pochissimi anni dopo, la Prima Guerra Mondiale; fino ad aprire uno scorcio sul ruolo assunto dall’Ordine di fronte alla grave crisi post-bellica.

Tra i relatori Moreno Neri, Gianmario Cazzaniga, Marco Cuzzi e Marco Novarino. Moderatore Massimo Andretta. Concluderanno i lavori il Presidente del Collegio dei Maestri Venerabili dell’Emilia Romagna, Giangiacomo Pezzano e il Fratello Giovanni Cecconi Presidente del Rito Simbolico Italiano organizzatore dell’incontro con la loggia regionale “Aemilia Romania”, presieduta da Gianni Benelli, della Loggia “La Pigneta” (676) di Ravenna, ed esponente del Collegio del Rito “Ravenna et Classis”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.