Logge Giordano Bruno di Jesi, Cagliari e Termini Imerese. Gemellaggio a Casa Nathan

Tre logge “Giordano Bruno” si sono gemellate il 18 ottobre a Roma, nella sede massonica di Casa Nathan. Si tratta delle officine di Jesi, Cagliari e Termini Imerese che sono giunte appositamente nella capitale per celebrare in modo solenne la cerimonia dell’attuazione di un’idea nata nel febbraio 2013 in occasione del convegno realizzato a Jesi tra tutte le logge che si ispirano al filosofo nolano.

L’evento del 18 ottobre è stata occasione di un nuovo incontro che ha rinvigorito il rapporto di amicizia e fratellanza nato all’epoca tra Fratelli di Orienti diversi, in un immaginario triangolo geografico e massonico. Alla tornata, hanno partecipato 42 Fratelli delle tre Logge interessate, oltre a 12 ospiti tra cui, il Gran Maestro Aggiunto Sergio Rosso, i Presidenti dei Collegi Circoscrizionali di Marche, Sardegna e Sicilia, rispettivamente i Fratelli Fabrizio Illuminati, Luciano Biggio e Giuseppe Trumbatore. A fare gli onori di casa il presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Roma e il presidente circoscrizionale del Lazio che ha condotto i lavori rituali. Presenti anche il maestro venerabile della Loggia Giordano Bruno di Roma e un Fratello ispettore del Collegio della Sicilia.

La cerimonia, che ha previsto la consegna ai tre Maestri Venerabili di un maglietto personalizzato, è stata arricchita da un video realizzato dai fratelli della loggia di Termini Imerese dal titolo “Giordano Bruno, il Gigante del Libero Pensiero: le Idee Scomode tra Terra, Acqua, Aria e Fuoco”, e da una tavola scolpita dall’Oratore della loggia jesina su “Giordano Bruno e la Scienza del Rinascimento”. “Giordano Bruno e il libero pensiero” è invece il titolo della tavola dei Fratelli cagliaritani, contributo che ha stimolato interventi molto interessanti. Un’agape fraterna, sempre a Casa Nathan, ha chiuso la giornata in un clima di grande serenità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.