A Reggio Calabria arte e moda a servizio della solidarietà. L’impegno dell’Associazione Giuseppe Logoteta

Si è svolta venerdì 4 gennaio, presso i nuovi locali dell’Oasi Pentimele di Reggio Calabria, una serata di beneficenza organizzata dall’Associazione culturale “Giuseppe Logoteta” con la vendita all’asta dei quadri realizzati dagli studenti che hanno partecipato nei vari anni alla sezione artistica della Borsa di Studio “Paolo Mallamaci”.

Arte e moda a servizio della solidarietà. A Reggio Calabria l'impegno dell'Associazione Giuseppe Logoteta
Foto di gruppo per i protagonisti della serata benefica del 4 gennaio.

Un evento organizzato in collaborazione e sinergia con l’Unicram Camera Regionale Arte e Moda, presieduta da Pino Bruzzese, che si spende per far conoscere le belle realtà calabresi nel campo della moda e dell’arte cercando di mantenere l’attenzione sulla loro attività.

A presentare la serata la coinvolgente presentatrice reggina Marilena Alescio che ha gestito con bravura e charme l’intero evento e dal socio Demetrio Quattrone che ha curato nei minimi particolari la scenografia e l’organizzazione della serata.

Arte e moda si sono ben intercalati alla vendita all’asta dei quadri con delle sfilate di giovani ragazze che hanno indossato abiti d’epoca e moderni, il tutto pensato allo scopo di devolvere l’intero ricavato alla sezione di Reggio Calabria-Vibo Valentia dell’Ail , rappresentata dalla Presidente Rosalba Scali, onlus che giornalmente promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma. Presente alla serata il primario del reparto di Ematologia del grande ospedale metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli”, il dottor Bruno Martino.

Una sfilata di capi realizzati dalle stiliste reggine: Reneè Bruzzese, affiancata nel suo impegnativo lavoro da Maddalena di Donna, professionista del settore, che ha presentato preziosi abiti d’altri tempi, confezionati in tessuti che richiamano le migliori tradizioni di produzione tessile calabrese; Tina Giunta che ha fatto conoscere la sua collezione di foulard; Cheren Hesse Surfaro che ha presentato abiti moderni; Adriana Scopelliti che ha portato alla ribalta abiti da sera. Il tutto impreziosito dai stupendi gioielli del gioielliere reggino Remo Frisina. Apprezzata è stata anche la vendita all’asta di una bottiglia di vino gran riserva “Nerone di Calabria” della Cantina Criserà gentilmente offerta dal socio Franco Tramontana.

A fine serata Giuseppe Petralia, presidente dell’associazione culturale Logoteta, ha ringraziato tutti per la bellissima e indimenticabile serata, dove il connubio tra arte, tra cui la moda, e tanta solidarietà ha permesso di raccogliere una cospicua somma in beneficenza che contribuirà agli obiettivi condivisi e promossi dall’Ail.

Arte e moda a servizio della solidarietà. A Reggio Calabria l'impegno dell'Associazione Giuseppe Logoteta
Il Gran Maestro Stefano Bisi riceve al Vascello l’opera prima classificata della XII edizione del Premio Paolo Mallamaci.

Un plauso è andato ai ragazzi che nel corso degli anni hanno partecipato sempre più numerosi alla Borsa di Studio Giuseppe Logoteta, mettendo in mostra il loro talento artistico e culturale e riuscendo a realizzare dei veri e propri capolavori. Uno di questi, il primo premio della XII edizione della Borsa di Studio, è stato donato al Grande Oriente d’Italia in occasione della ricorrenza del XX Settembre e dell’Equinozio d’Autunno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.