Libri. Storia della Massoneria in Abruzzo, da pochi giorni in libreria

Un nuovo libro sulla storia della Massoneria in Italia arricchisce la già corposa bibliografia in materia. E’ un saggio appena uscito per Artemia nova editrice che indaga sulle vicende liberomuratorie in Abruzzo. “Storia della Massoneria in Abruzzo” è appunto il titolo del libro di Elso Simone Serpentini e Loris Di Giovanni che, in oltre trecento pagine, descrive fatti e personaggi di storia locale attraverso il filtro della Massoneria. Partendo dal Settecento e dall’illuminismo napoletano al quale il fenomeno massonico, secondo gli autori, diede grande impulso.

Proprio nell’ambiente napoletano mosse infatti i primi passi la Massoneria abruzzese, con i “fratelli” del reggimento “Abruzzo Ultra”, che costituirono la Loggia militare di Capua, e con quegli illuminati intellettuali abruzzesi che trasferirono le idee della “fratellanza” nella loro regione quando vi fecero ritorno. Il libro ripercorre lo sviluppo di queste idee e la storia delle prime Logge abruzzesi, da quelle dei protagonisti della “Rinascenza teramana” di fine Settecento alle Logge castrensi del periodo napoleonico. Per arrivare al Risorgimento, con una dettagliata ricostruzione della diffusione della Carboneria in Abruzzo e un’analisi dei suoi rapporti con la Massoneria nel primo Ottocento, la descrizione della ripresa dell’attività massonica dopo l’Unità d’Italia e delle vicende relative al complesso quadro della Massoneria locale nel secondo Ottocento e nei primi anni del Novecento.

Anche in Abruzzo, come fanno emergere Serpentini e Di Giovanni, la prima metà del XX secolo, in chiave massonica, sarà caratterizzata dal dualismo tra il Grande Oriente d’Italia e la nuova Obbedienza di Piazza del Gesù, sorta con lo scisma del 1908, dal dibattito tra neutralismo e interventismo alla vigilia della Grande Guerra e dai rapporti con il Fascismo, fino alle elezioni del 1924 e all’entrata in vigore della legge sulle associazioni che mise al bando le logge massoniche in Italia. Il libro termina con la rinascita della Massoneria nel dopoguerra e la ricostituzione delle Logge sul territorio abruzzese.

La prossima presentazione del volume sarà a Bellante, nel teramano, sabato 13 aprile, alle ore 17 e 30, nella sala consiliare del municipio. Intervengono gli autori.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.