Grandissima partecipazione a La Spezia per l’inaugurazione della mostra su Libera Muratoria e Lunigiana Storica

 

Pubblico all’esterno del Museo Etnografico della Spezia per l’inaugurazione della mostra su Massoneria e Lunigiana Storica

Tantissime persone non hanno voluto mancare alla prima della mostra “La tradizione della Libera Muratoria. Documenti e vicende dalla Lunigiana Storica” ospitata dal Museo Etnografico “Giovanni Podenzana” della Spezia. L’inaugurazione dell’11 ottobre ha richiamato una grandissima partecipazione della cittadinanza e di esponenti della Massoneria e l’augurio degli organizzatori è che l’interesse rimanga vivo fino al 13 dicembre, data di chiusura della rassegna, e che si estenda nelle scuole. Promotore dell’iniziativa il comune spezzino in collaborazione con il Grande Oriente d’Italia che ha debuttato all’Etnografico con il Gran Maestro Stefano Bisi che ha inaugurato la mostra con la direttrice dei Servizi culturali del Comune, Marzia Ratti, e i curatori Rossana Piccioli, direttrice del Museo Etnografico, e Angelo “Ciccio” Delsanto.

La direttice Marzia Ratti con il Gran Maestro Stefano Bisi e il curatore Angelo “Ciccio” Delsanto

L’esposizione è dedicata alla tradizione della Massoneria in Lunigiana in un ampio periodo storico che dall’inizio dell’Ottocento si estende al secondo dopoguerra. Ricco l’apparato: documenti inediti, libri, immagini d’epoca e oggetti del rituale massonico e anche un tempio fedelmente riprodotto in scala con decorazioni e simboli di loggia. Alcuni oggetti sono parte di una collezione frutto di lasciti al Museo di massoni famosi, come lo storiografo spezzino Ubaldo Mazzini, per lunghi anni direttore dei Musei e della Biblioteca civica che oggi porta il suo nome, e Francesco Zannoni, patriota mazziniano romagnolo esule alla Spezia. Sono in rassegna anche le lettere autografe che un altro massone, il medico chirurgo genovese Domenico Di Negro, della Loggia Stella d’Italia di Genova, scrisse dal Lazzaretto del Poggio dove prestava la sua opera durante l’epidemia di colera scoppiata alla Spezia nel 1884 partecipando attivamente alla gestione dell’emergenza sanitaria. Senza dimenticare la sezione dedicata a Giuseppe Garibaldi, Primo Massone d’Italia, e ai suoi rapporti con le associazioni di Mutuo Soccorso spezzine durante il soggiorno forzato al Varignano.

Pubblico alla mostra

Obiettivi dell’iniziativa? Il curatore Delsanto ha spiegato al Secolo XIX che la mostra “è finalizzata a un’apertura verso il pubblico nel tentativo di di trasmettere una migliore e obiettiva conoscenza della storia e del lavoro della massoneria”. L’aspettativa è anche della Libera Muratoria estera e del prestigioso Museo Massonico di Bayreuth, città bavarese gemellata con La Spezia dal 1999, che tramite il Direttore Roland M. Hanke ha espresso grande apprezzamento per l’iniziativa culturale che mostrerà al pubblico la presenza attiva della Massoneria nella società.

Alla costruzione di questo viaggio nella storia di fatti e personaggi della Libera Muratoria nella Lunigiana Storica hanno contribuito in modo sostanziale le circoscrizioni del Grande Oriente delle regioni interessate. I presidenti dei tre collegi – Carlo Melani per la Liguria, Francesco Borgognoni per la Toscana e Giangiacomo Pezzano per l’Emilia Romagna – hanno affiancato il Gran Maestro Bisi all’inaugurazione.

Nei giorni precedenti, il Gran Maestro aveva espresso, in un’intervista al Secolo XIX, grande entusiasmo per la sua prima visita alla Spezia. “Non ci sono mai stato e sono entusiasta di venire. C’è molta vitalità in tutta la Liguria che si sta distinguendo per la sua attività. Qui si fanno tante iniziative soprattutto di aiuto agli altri. Poi ci sono tante adesioni, da Spezia e dalla Liguria. Sono molto contento”.

Il Secolo XIX della Spezia del 9 ottobre. Intervista al Gran Maestro Stefano Bisi
Il Secolo XIX della Spezia del 9 ottobre. Intervista al Gran Maestro Stefano Bisi

Vedi anche la sezione Rassegna Stampa

Orari mostra: giovedì ore 10-12:30; venerdì, sabato e domenica ore 10:00-12:30/16-19; martedì e mercoledì ore 10:00-12:30 solo su prenotazione per visite guidate a scolaresche e gruppi. Lunedì chiusura.

Info e prenotazioni: Museo Etnografico della Spezia, tel. 0187 751747 / 258570 (dalle 9 alle 14)

www.laspeziacultura.it

museo.etnografico@laspeziacultura.it

giacomo.paolicchi@laspeziacultura.it

ALLEGATI


3 commenti a “Grandissima partecipazione a La Spezia per l’inaugurazione della mostra su Libera Muratoria e Lunigiana Storica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.