Laboratorio Bruzio. La violenza sulle donne al centro del nuovo ciclo di incontri

Sono quattro gli appuntamenti che dal 16 maggio al 31 ottobre la Loggia cosentina “Bruzia-Pietro De Roberto 1874” (269) ha messo in campo per la nuova edizione di Laboratorio Bruzio, la rassegna culturale che caratterizza le tornate di loggia con riflessioni su etica ed educazione con uno sguardo sempre all’attualità e ai fenomeni sociali. Il nuovo ciclo di incontri parte il 16 maggio nella casa massonica di Cosenza affrontando il caso della violenza sulla donna.

“Dalle prevaricazioni socio-culturali al femminicidio. Una lunga storia di violenze sulla donna” è il tema che accompagnerà la loggia cosentina lungo questo percorso di analisi di una questione purtroppo in crescita e che ci interroga sull’identità della società moderna con i ruoli sessuali in mutamento, l’affermazione di nuovi modelli di riferimento e della violenza intesa come forza sociale, quest’ultima diffusa sempre di più nei giovani. Nel primo incontro di maggio  affronteranno il tema Rocco Mazzeo, della Loggia Le Colonne d’Ercole” (1385) di Cetraro, e Giovanni Pepe della “XX Settembre 1870” (1099) di Amantea.

Negli incontri successivi porteranno contributi: il 13 giugno, Gianluca Serravalle della Loggia Fratelli Bandiera (111) di Cosenza; il 3 ottobre, Domenico Milito della Risorgimento (1240) sempre di Cosenza; il 31 ottobre, Antonio Seminario della Loggia Francesco Galasso (1269) di Rossano e Primo Gran Sorvegliante del Grande Oriente d’Italia.

“Il Laboratorio Bruzio – spiegano gli organizzatori – vuole essere il punto d’incontro tra la Tradizione e il Nuovo che avanza, nella rappresentazione delle idee e dei sogni di uomini liberi che sono alla perenne ricerca delle possibilità d’ascesa dell’individuo, per contribuire alla costituzione del Tempio dell’Umanità, scopo unico per cui la Massoneria è stata creata, è esistita ed esiste, e dove si confrontano uomini di esperienze e culture diverse”.

ALLEGATI


Un commento a “Laboratorio Bruzio. La violenza sulle donne al centro del nuovo ciclo di incontri

  1. Credo che questa iniziativa sia un argomento importante da trattare e discutere anche in altre loggie e un tema di attuale importanza e non possiamo noi Massoni sottrarci a problematiche che potrebbero riguardare inderettamente anche chi ci sta vicino……iniziativa di grande senso civico, morale e amore per le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *