(La Stampa) Stonehenge si rifà il look e riscrive la propria storia

Nonostante Stonehenge porti bene i suoi cinquemila anni, è tempo di fare qualche lavoretto per convogliare meglio la fiumana di turisti che arriva per contemplare uno dei pochi misteri rimasti in un mondo passato al setaccio con il microscopio. Gli studiosi infatti non riescono a mettersi d’accordo su quale fosse il suo utilizzo. Stravaganze e ufologie a parte, sono divisi in due principali scuole: chi dice che fu un luogo di sepoltura e chi lo interpreta come un recinto di guarigione, una specie di santuario di Ascelpio, una Lourdes preistorica (…continua)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.