La Libera Muratoria lavora per il bene dell’Umanità. In tutto il mondo, da sempre

Papa Bergoglio durante la sua visita a Torino ha accostato il capoluogo piemontese alla Massoneria affermando in un passo del suo discorso: E’ stata una città di Massoneria, mangiapreti e satanisti nel passato. Ma nello stesso periodo anche terra di Santi e Sante.

Sono parole, che se pur riferite al passato, rievocano antiche divisioni ed anacronistici steccati sulla strada di un dialogo che noi auspichiamo il più aperto e leale possibile. I fratelli torinesi e piemontesi e i massoni tutti del Grande Oriente d’Italia non sono né mangiapreti, né tanto meno satanisti dediti a pratiche magiche occulte. Lavorano, al contrario, alla luce del sole per migliorare se stessi e costruire tutti insieme una società più libera e più giusta.

“Siamo Liberi Muratori fieri del nostro passato -ha detto il Gran Maestro Stefano Bisi- ed orgogliosi del nostro presente. La Massoneria è stata, è, e sarà sempre una straordinaria fonte di libertà per tutti gli uomini, anche per coloro che non ne fanno parte, perché difende la libertà di pensiero e i grandi valori dell’Eguaglianza, della Tolleranza e della Laicità, che non è irreligiosità ma, al contrario, rispetto di tutte le fedi considerate su un piano di perfetta parità. La Libera Muratoria lavora per il bene dell’Umanità e l’elevazione spirituale dell’uomo in un’epoca sempre più povera di valori. Senza contare poi la sua grande catena di Solidarietà che proprio a Torino ha nel Grande Oriente d’Italia uno dei suoi centri propulsori con l’infaticabile operato degli Asili Notturni. Papa Montini durante il suo Pontificato disse che la breccia di Porta Pia era stata un bene per la Chiesa perché l’aveva liberata dai condizionamenti derivanti dall’esercizio del potere temporale. Papa Roncalli durante un viaggio in treno verso Loreto, guardando dal finestrino, disse al suo interlocutore: ‘Vede quei due, non importa che la pensino allo stesso modo, ma che facciano un pezzo di strada insieme’. Il Grande Oriente con grande serenità ma anche senza timore reverenziale continuerà a testimoniare nel suo quotidiano operare l’intima e immutabile essenza della Libera Muratoria Universale: un bene prezioso per l’Umanità.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.