Italiani nella storia d’America. Nuovo incontro il 16 marzo nella casa massonica di Torino

“Il West. Una storia di uomini ma anche di donne all’ombra del Tricolore” è il tema che sarà discusso il 16 marzo nel nuovo incontro organizzato dal Collegio Circoscrizionale di Piemonte-Valle d’Aosta del Grande Oriente d’Italia, nella casa massonica di Torino (Piazza Vittorio Veneto 19), nell’ambito dei suoi incontri culturali mensili aperti a tutti. La conferenza avrà inizio alle ore 17 e l’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Interviene Luigi Grassia, giornalista che ha firmato reportage da 107 paesi ed è autore di sette libri soprattutto sull’America. L’ultima sua opera si intitola “Gli italiani alla conquista del west” ed è edita da Mimesis.

Grassia condurrà il pubblico lungo il percorso avventuroso di alcuni italiani, massoni, magari poco noti ma che hanno contribuito a scrivere la storia americana. Perché non ci furono solo Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci.

Costantino Beltrami

Angelo Siringo, Costantino Beltrami, Giuseppe Bavastro. Che cosa hanno in comune i tre personaggi? Le storie di questi Tex Willer italiani, spiegano gli organizzatori, ci svelano come è stata forgiata l’America e lo fanno mettendo in luce l’importante contributo femminile come quello dato da Suor Blandina, Etta Place e Laura Bullion.

Info e prenotazioni: eventiculturali@goipiemonte-aosta.it

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.