Il sito del CRSL-M apre una nuova sezione dedicata ai classici della storiografia massonica

A partire dalla seconda metà dell’Ottocento fiorì principalmente in Germania, Inghilterra e negli Stati Uniti una straordinaria stagione di ricerca storica sulle origini della Lliberamuratoria in quanto sorse l’esigenza di fare chiarezza sulle vere origini della Massoneria e su i suoi primi 150 anni di vita “speculativa”.

Seguendo questa linea guida importanti ricercatori come il tedesco Gottfried Joseph Gabriel Findel, l’inglese Robert Freke Gould, l’americano Albert Gallatin Mackay e soprattutto attraverso i saggi apparsi sulla rivista “Ars Quatuor Coronatorum”, espressione della prima loggia di ricerca, la Quatuor Coronati di Londra, si formò una nuova scuola storiografica che non si accontentava più della storia orale, in cui il confine tra leggenda e realtà storica era molto labile ma ricorsero a una vera e scientifica ricerca interrogando i documenti conservati in collezione private e pubbliche.

Il primo volume che inaugura questa nuova sezione è la fondamentale opera di Findel (scritta originariamente in tedesco) pubblicata sia nella versione inglese (History of freemasonry from its rise down to the present day, vol. 1, London, Asher & Co., 1866) sia in quella francese ( Histoire de la franc-maçonnerie, vol. 1, Paris, Libraire internationale, 1866). Giornalista ed editore tedesco Findel fu uno dei più grandi storici della massoneria. Iniziato nel 1856 nella loggia “Eleusis” all’Oriente di Bayreuth, dopo due anni si trasferì a Leipzig affigliandosi alla loggia “Minerva”. In questa città fondò la rivista massonica “Die Bauhütte” che venne pubblicata fino al 1932. Nel 1861 pubblicò la fondamentale opera Geschichte der Freimaurerei von der Zeit ihres Entstehens bis auf die Gegenwart, che sarà tradotta nel 1865 in inglese e l’anno successivo in francese.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.