“Il Laboratorio”. Dedicato a “Massoneria e società” l’editoriale dell’ultimo numero

“Sin dalle sue origini la Massoneria ha fornito alla società e ha tratto da queste le individualità in grado di delineare i tragitti verso l’orizzonte lontano del bene dell’uomo. Mediante questa azione di scambio perenne e che faceva perno sulle idee e sulle azioni di alcuni uomini – i migliori tra tutti – si sono poste le fondamenta delle società democratiche”.

E’ dedicato a “Massoneria e società” l’editoriale dell’ultimo numero di “Il Laboratorio”, la rivista di Studi Massonici del Collegio circoscrizionale della Toscana, a firma del presidente Francesco Borgognoni, che ne è il direttore. Una riflessione sui trecento anni di libera muratoria, che si è proposta come luogo in cui gli uomini liberi, legati solo da vincoli di fratellanza, hanno potuto costruire itinerari all’interno dei territori di una spiritualità laica che prevedesse comportamenti ispirati da un grande rigore morale, e convincimenti attenuati da una ottima propensione alla tolleranza del patto istituzionale proposto a base del rapporto tra cittadini e società.

Di grande interesse anche gli altri articoli a firma di Mariano L. Bianca, di Francesco Parasole, di Luciano Angeli, di Stefania Pavan, di Andrea Severi, di Antonio Allegretta, Federico Donati, Leopoldo Gori, Guglielmo Adilardi, Nino Provenzali, Francesco Bartolozzi, Luciano Rossi, Cristiano Bartolena. Il Laboratorio, in formato cartaceo, è disponibile presso la sede del Collegio circoscrizionale toscano con un contributo liberale volontario di euro 5 (info@goitoscana.it).

Leggi la rivista



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.