Grande Oriente d’Italia, “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo” – La Voce di Romagna Rimini

Il Palacongressi di Rimini torna a spalancare le porte alla Gran Loggia del Grande Oriente d`Italia. Da domani a domenica le logge del Grande Oriente parteciperanno alla massima assise della Libera Muratola italiana. “L’Uomo ha diritto a tanti diritti ma ha anche l’immensa, ineludibile, universale responsabilità di garantire e applicare altrettanti necessari e inderogabili doveri verso gli altri esseri umani e verso la madre Terra”, sottolinea il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi, spiegando quale sarà il filo rosso della Gran Loggia 2016. “I doveri dell’uomo, i diritti del mondo” il titolo scelto per l`edizione di quest’anno. “Sono in gioco osserva il Gran Maestro – i Futuri del Mondo, l’ecosistema, la stessa vita in tutte le sue forme sul pianeta. Il XX secolo è stata la culla dei diritti umani con la Dichiarazione del 1948, e dopo l’ultimo conflitto mondiale le costituzioni delle nazioni democratiche hanno codificato tanti diritti. Ma in parecchie zone del globo essi non sono ancora in parte o del tutto garantiti”. Momento clou l’allocuzione del Gran Maestro che parlerà nel tempio aperto a tutti nel pomeriggio di domani, alle 18. Due le tavole rotonde. La prima si terrà in apertura della Gran Loggia e ha per titolo “I futuri del mondo”. Si comincia già dalle 10.30 nella Sala del Castello Uno. Interverranno lo storico Marcello Flores D’Arcais e il giornalista Nico Piro. La seconda dal titolo “La spiritualità che unisce” si terrà il 2 aprile alle 17.30 nella stessa sala del Palacongressi. Interverranno Luca Anziani, vice moderatore della Tavola Valdese, Arturo Diaconale, giornalista e consigliere di amministrazione Rai, Anna Foa, storica, Marinella Perroni, teologa, Marco Politi, scrittore e giornalista. Il Grande Oriente ha organizzato anche una mostra intitolata “L’Aurora della Repubblica. La battaglia per il referendum attraverso la stampa e i manifesti” che si inserisce nello storico anniversario del 2 giugno. Il Palacongressi ospiterà anche una mostra a cura di Andrea Speziali: “Massoneria Art Nouveau. Mito dell`Istituzione nell`arte al tempo della Belle Époque”.

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.