Gran Loggia, seconda giornata al via

Una tavola rotonda dedicata alla solidarietà con due medici volontari protagonisti, Manlio Leonardi e Fabrizio Pulvirenti, il primo italiano contagiato e guarito dall’ebola. La solidarietà protagonista anche con l’expo della Fism, franchising di un nuovo modello di welfare. Appuntamento con i libri e con il cinema. Chiude la giornata il concerto “Sulle note del Fratello Mozart” con il pianista Francesco Attesti e l’Orchestra sinfonica ‘Città di Arezzo diretta da Paolo Belloli

Seconda giornata di lavori al via alla Gran Loggia di Rimini. Numerosi anche oggi gli appuntamenti a latere dei lavori rituali. Nel pomeriggio si terrà una tavola rotonda sul tema “Italia, per chi non si arrende”. L’appuntamento è alle 17,30 nella sala dell’Arengo del Palacongressi. Due medici italiani, in prima linea come volontari per far fronte all’emergenza umanitaria nelle zone più disagiate del mondo, racconteranno le loro storie e l’esperienza di vita a contatto con popolazioni dilaniate da guerre, malattie, calamità naturali e povertà. Sono Manlio Leonardi e Fabrizio Pulvirenti, ormai noto per essere il paziente numero zero, il primo italiano contagiato dal virus Ebola. Un’occasione unica per spiegare, in particolare ai più giovani, il senso della solidarietà civile e l’importanza di essere partecipi alle esigenze di chi soffre.

A partire dalle 14,30 nella Sala del Castello il Servizio Biblioteca del Goi proporrà al pubblico un’ accurata selezione di volumi dedicati alla Massoneria e non solo. Aprirà la rassegna il filosofo e Grande Oratore Claudio Bonvecchio che presenterà il suo libro intervista “L’ora del dialogo. Il Papa, la Chiesa, la Libera Muratoria”, “Anatomia dei Quadri di Loggia nelle loro forme simboliche e allegoriche” di Percy John Harvey e “Il Bussante. Che cos’è (e non è) la massoneria” a cura di Luciano Gajà, Carmelo Muscato, Moreno Neri, con prefazione del Gran Maestro Bisi.

Intermezzo alle 16 con Cinema in Biblioteca con la proiezione di una sintesi di una pellicola del 1919, una rarità assoluta, concessa al Grande Oriente dal Centro Sperimentale di Cinematografia che l’ha restaurata. Il film si intitola “Umanità” ed è stato girato a inizi secolo da una regista di eccezione, Elvira Giallanella per la Liana Films, casa cinematografica da lei fondata che aveva come target.

Al termine è in programma la presentazione di altri saggi tra cui “I precursori. Volontariato democratico italiano nella guerra contro l’Austria. Repubblicani, radicali, socialisti, riformisti, anarchici e massoni” e “La Carta del Carnaro dannunziana, massonica, autonomista” di Carlo Ricotti.

A margine dei lavori rituali della Gran Loggia non solo cultura. Protagonista al Palacongressi di Rimini è anche la solidarietà alla quale è dedicato un ampio spazio espositivo coordinato dalla Fism (Federazione Italiana di Solidarietà Massonica), organismo fortemente voluto dal Gran Maestro Bisi e dal Gran Maestro Aggiunto Sergio Rosso, che ne è alla guida, e costituito formalmente il 19 novembre 2014. La sua mission è mettere in rete le organizzazioni di volontariato di ispirazione libero-muratoria e aiutarle a superare problemi e ostacoli burocratici per realizzare i loro obiettivi, che sono quelli di intervenire laddove ci sono miseria, malattia, fragilità, sperequazioni, diritti calpestati, emarginazione, solitudine. Il modello seguito sono gli Asili Notturni Umberto I e il Piccolo Cosmo, due prestigiose istituzioni torinesi che operano ormai da anni sul territorio e che sono entrate a far parte del primo nucleo della Fism, insieme al Banco Alimentare l’Acacia di Arezzo, alla Casa della Fraterna Solidarietà di Sassari, all’Associazione Europa 1444 di Taranto e all’Ipaea, onlus che si occupa di aiutare i pazienti affetti da disabilità comunicativa, presente a Rimini con un filmato di grande impatto che immortala l’attimo di commovente gioia in cui viene restituito l’udito ai bambini.

La sorpresa che sentire provoca nei piccoli comunica un’emozione assolutamente unica. Tra le altre l’associazioni che partecipano all’Expo “Le Colonne”, che si occupa di ragazzi, soprattutto adolescenti e che ha tra i suoi obiettivi quello di educare i giovani a diventare oggi migliori e domani “buoni cittadini, genitori e leader” attraverso il coinvolgimento sociale, il lavoro di gruppo e un’ infinita rete di amicizia. Presente a Rimini pure la San Giovanni Onlus di Agrigento, che offre la possibilità a chi ne necessita di poter usufruire di assistenza ortopedica e di consulenze legali e psicologiche. In Gran Loggia ha debuttato anche la rivista della Federazione, Fism Notizie, di cui è direttore responsabile Maria Pia Fiorentino, e che in questo primo numero presenta l’istituzione appena nata, spiegando come si fa a richiederne l’adesione e dà voce ai protagonisti della solidarietà, impegnati nelle associazioni già attive in seno al network.

Una fiera del libro, come è tradizione, fa da corollario alla Gran Loggia. Tantissimi gli editori, grandi e piccoli, specializzati in esoterismo, simbologia e arte muratoria, presenti a Rimini con una selezione dei loro titoli più significativi e rari.

Giornata dedicata anche i templari con l’Ordine DeMolay. Il primo appuntamento è stato alle 10 nella Sala della Marina dove l’Ordine, che si ispira ai principi degli antichi cavalieri protagonisti delle Crociate e nel quale confluiscono tantissimi giovani tra i 12 e i 21 anni, ha tenuto una conferenza sull’origine e la storia dei Templari con un focus sulle loro antiche tracce a Milano. Alle 15 l’associazione ha in programma un meeting internazionale.

L’intensa giornata si concluderà con un momento musicale di grande suggestione affidato all’orchestra sinfonica Città di Arezzo. Il maestro Paolo Belolli dirigerà i due concerti sulle note del Fratello Mozart, al pianoforte ci sarà il grande e giovane talento Francesco Attesti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.