Giovanni Becciolini: l’eroe, l’uomo, il Massone | Alpina

Nel primo numero del 2019 di “Alpina“, rivista ufficiale della Gran Loggia Svizzera Alpina, due pagine sono dedicate a Giovanni Becciolini, il massone del Grande Oriente d’Italia ucciso a Firenze da una squadraccia fascista tra il 3 e il 4 ottobre del 1925, in quella tristemente nota ai fiorentini come “notte di San Bartolomeo”. Quella notte fu il culmine di rappresaglie, aggressioni, pestaggi contro i Liberi Muratori, iniziati in maniera eclatante a Firenze il 25 settembre precedente, già tristemente noti in varie parti d’Italia quando la Massoneria del Grande Oriente d’Italia diventò bersaglio della violenza del regime fascista.

ALLEGATI


1 commenti a “Giovanni Becciolini: l’eroe, l’uomo, il Massone | Alpina

  1. Onori agli Uomini Coraggiosi e Fratelli che ebbero sempre il Coraggio delle loro Idee, anche quando questo fu scomodo! Il Coraggio si pagava con la Vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *