Generazioni senza riti di passaggio. Il 18 maggio l’incontro mensile nella casa massonica di Torino

Generazioni senza riti di passaggio. Torino 18 maggio 2019

“Generazioni senza riti di passaggio. Abbiamo perso qualcosa?” è il tema che sarà discusso il 18 maggio nel nuovo incontro organizzato dal Collegio Circoscrizionale di Piemonte-Valle d’Aosta del Grande Oriente d’Italia, nella casa massonica di Torino (Piazza Vittorio Veneto 19), nell’ambito dei suoi incontri culturali mensili aperti a tutti. La conferenza avrà inizio alle ore 17 e l’ingresso è libero fino a esaurimento posti. All’incontro, realizzato con la partecipazione dell’Ordine DeMolay International, interviene Enrico Gavassino, giovane appassionato studioso delle vie iniziatiche e della Tradizione, che ha fondato insieme a suoi coetanei l’associazione culturale “Ursae Coeli”, attiva nella edizione e riedizione di testi esoterici e filosofici, introvabili in italiano, e nella divulgazione di tematiche tradizionali.

Che cosa sono i riti di passaggio? Quale funzione hanno svolto nella storia dell’Umanità? Le generazioni passate contavano su strutture formative variegate: la parrocchia, il circolo scout, le sezioni giovanili di partito. E oggi? Gavassino partirà da questi interrogativi per condurre il pubblico all’esame dei cambiamenti sociali in atto, per capire se esistono ancora riti di passaggio e cosa rimane alle giovani generazioni dei nostri tempi a dare un senso alla vita in un mondo in rapido e profondo mutamento.

Info e prenotazioni: eventiculturali@goipiemonte-aosta.it

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.