Firenze Capitale. I massoni fanno restaurare una statua del Museo di Palazzo Pitti

Flora-restauroBella iniziativa del Consiglio dei Maestri Venerabili dell’Oriente di Firenze, in collaborazione con due associazioni collegate al Grande Oriente: La Fratellanza Fiorentina onlus e l’associazione Albizi 18. Il Presidente dell’Oriente fiorentino Giovanni Stefanelli, insieme a tanti altri Fratelli, ha organizzato una serata dedicata alla cultura nell’anniversario del 150° di “Firenze Capitale”. Un pomeriggio che ha visto circa 130 fratelli, provenienti anche da altri cinque Orienti della Toscana con i familiari ritrovarsi per una visita guidata al museo degli Uffizi.

Il pomeriggio ha avuto un momento particolare quando al gruppo è stata aperta la porta di accesso al famoso corridoio Vasariano che da Palazzo Vecchio, passando dentro il museo degli Uffizi si snoda sopra i tetti fin sopra il Ponte Vecchio, chiesa di Santa Felicita fino ad arrivare al giardino di Boboli e al Palazzo Pitti. Il Corridoio, voluto da Cosimo I dé Medici, fu realizzato nel 1565 in soli cinque mesi da Giorgio Vasari. Al suo interno una raccolta, la più vasta e importante collezione al mondo di autoritratti. Attraversato tutto il corridoio che si snoda sopra Firenze dalle cui finestrelle si può ammirare degli scorci ai più sconosciuti della città si giunge al giardino di Boboli e Palazzo Pitti ex residenza di Vittorio Emanuele II° nella Firenze Capitale.

Visita alla Galleria d’Arte moderna fino ad arrivare davanti alla statua di “Flora”, un capolavoro in marmo realizzata da Giuseppe Lazzerini nella metà dell’800 e donata dal Comune di Carrara al Sovrano. La statua raffigura una giovane fanciulla intenta a ad intrecciare una corona di fiori che in segno di buon augurio simbolicamente riporta alla Corona del Re d’Italia.La statua bisognosa di cure è stata ripulita, restaurata con l’apporto dei Massoni fiorentini e dell’associazione Fratellanza Fiorentina e consegnata alla direzione del museo riportando sul basamento: “Grande Oriente d’Italia – Fratellanza Fiorentina onlus”.Questo impegno è stato illustrato dal presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Firenze Giovanni Stefanelli ai numerosi visitatori ed alla direzione museale introdotto dal fratello Claudio Gori che ha curato l’organizzazione. Ha concluso Moreno Milighetti della Fratellanza Fiorentina e 1° Grande Ufficiale del Goi ricordando come impegni di questo tipo sono oramai diventati consuetudine per la Libera Muratoria fiorentina che è impegnata, assieme alla sua associazione onlus, nelle direttrici della solidarietà, la cultura e la scuola, ricordando le recenti iniziative simili che hanno visto non solo l’associazione, ma anche il Grande Oriente d’Italia protagonisti nella società. Il pomeriggio, all’insegna della bellezza e dell’armonia ha accolto il plauso dei tanti Fratelli e familiari che hanno potuto usufruire di una serata straordinaria conclusasi con un buffet in una sala del museo di Palazzo Pitti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.