Conferenza Internazionale di Storia della Massoneria a Edimburgo

Dal 24 al 26 maggio 2013, presso la Freemasons’ Hall di Edimburgo, si svolgerà la quarta Conferenza Internazionale dedicata alla Storia della Massoneria. L’iniziativa della ICHF (International Conference on the History of Freemasonry) nasce dalla consapevolezza dell’accresciuto interesse accademico per la storia, la tradizione e la cultura dell’istituzione latomistica. In tal senso l’evento, nato da un’idea di Andrew Prescott, James Daniel e Robert Cooper, si propone di dare la giusta visibilità ai numerosi studi di carattere erudito e accademico che attualmente, in tutto il mondo, si dedicano sempre più a tale argomento, fungendo da punto di raccordo, di scambio e di confronto tra ricercatori provenienti da aree disciplinari e contesti nazionali diversi.

Il ricco programma del Convegno, consultabile presso il sito http://ichfonline.org/conference-2013, prevede interventi di studiosi di tutto il mondo e sezioni dedicate, tra l’altro, alle origini inglesi della massoneria, ai legami tra massoneria e Illuminismo nel Settecento, alla storia della Libera Muratoria nel secondo Dopoguerra, alla storia della massoneria in America e in Australia, alla massoneria scozzese, al simbolismo e alla ritualità latomistica, agli sviluppi contemporanei dell’istituto muratorio.

Tra gli italiani presenti vi segnaliamo i nomi di Giulia Delogu dal titolo The poetic portrait of the Ideal Mason in Italy and France, from the Enlightenment to the Napoleonic Age (Il ritratto poetico del massone ideale in Italia e in Francia dall’Illluminismo all’età napoloenica) e di Nicoletta Casano, The Masonic Internationals from the end of 19th century to the dawn of Second World War and the Belgian Leading Role (Le Internazionali massoniche dalla fine dell’Ottocento alla Seconda guerra mondiale e il ruolo guida del Belgio). Entrambe le ricercatrici, significativa espressione di una nuova generazione di studiosi italiani sempre più interessati alla realtà della massoneria, hanno collaborato tramite il Servizio Biblioteca con la rivista Hiram e hanno svolto parte delle loro ricerche consultando il materiale librario e archivistico messo loro a disposizione dal Grande Oriente d’Italia presso Villa Il Vascello.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.