Catanzaro. Seconda edizione di ReFF, il festival dedicato ai cortometraggi. Sponsor d’eccezione il Grande Oriente d’Italia

Buona la prima per Reff, React Short Film Festival, il Festival dei Cortometraggi, quest’anno alla sua seconda edizione, dal 4 al 6 ottobre al Cinema Teatro Comunale, che ha proposto al pubblico un fitto programma di proiezioni di opere audiovisuali rappresentative di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale, con particolare riguardo per gli esordi, gli autori emergenti, le cinematografie minori, ma anche opere che si misurano con i generi e la produzione corrente con intenti d’innovazione e di originalità creativa. Non solo proiezioni: anche momenti di approfondimento ed incontri con gli ospiti del Festival, il cui parterre quest’anno è stato molto ricco ed interessante. ReFF si pone un obiettivo ambizioso, che finora ha perseguito a regola d’arte: creare un movimento che sovverta le regole del gioco cinematografico, in cui troppo spesso è difficile trovare una collocazione; mostrare le best practices, scoprire una nuova generazione di registi ed aiutarli a realizzare i propri sogni, fornendo loro l’opportunità concreta di condividere i propri cortometraggi con un pubblico entusiasta e reattivo oltre che con professionisti del settore e veri talent scout.

Sul palco del Cinema Teatro Comunale, la meravigliosa madrina Valeria Altobelli che ha condotto la manifestazione e si è confermata protagonista con un variegato parterre di ospiti – anche internazionali – tra giornalisti, produttori e registi.

Importante la mission sociale, anche quest’anno, del ReFF. Se per la prima edizione, infatti, il Grande Oriente d’Italia (Goi) ha sponsorizzato il Festival con l’intento di individuare il miglior corto ispirato alla lotta alle mafie, quest’anno il premio Goi è andato a chi, tra i registi, ha saputo ben centrare la mission antidiscriminatoria verso i diversamente abili. ReFF ha infatti sostenuto in questi mesi il progetto “Four energy Heroes” dell’Accademia “Arte nel cuore”, la realizzazione di un fumetto i cui protagonisti sono quattro supereroi, tre disabili ed un normodotato, e che ora grazie al supporto del Goi diverrà un corto animato che pone la disabilità come un valore aggiunto.

Ad aggiudicarsi il premio Goi, la giovane regista spagnola Laura Zamora, che ora potrà realizzare il proprio corto animato su questo importante tema sociale. La Zamora è risultata anche vincitrice del premio “miglior corto d’animazione” con il suo “El arbol de las almas perdidas”.

A premiarla, il Gran Maestro d’Italia Stefano Bisi, anche quest’anno ospite del Festival, intervistato sul palco del Comunale da due giornalisti e giurati d’eccezione: Silvana Giacobini, da ultimo anche autrice de “La Schiava Bianca”, ed Umberto Garibaldi (editore di Red Carpet Magazine).

A Stefano Bisi è andato anche il primo dei tre “Lupo d’Oro alla Carriera” destinati a personalità che si sono particolarmente distinte nel mondo della cultura e dell’arte.

Il secondo “Lupo d’oro” è stato assegnato al notaio Rocco Guglielmo, direttore artistico del Museo Marca di Catanzaro, “per l’impegno profuso nel sostegno della cultura e dell’arte; per aver notevolmente contribuito con la Fondazione Rocco Guglielmo e in qualità di Direttore artistico del Museo Marca alla crescita socio-culturale del territorio locale; per aver avviato progetti integrati di scambio interculturale, supportando la pratica e i linguaggi dell’arte, enfatizzando altresì i caratteri identitari, relazionali e storici dei nostri luoghi, a beneficio del territorio regionale, con uno sguardo aperto e attivo verso il contesto nazionale”.

ReFF, nato da un’idea di Giovanni Carpanzano, regista e direttore artistico della kermesse, si propone di contribuire ad una migliore conoscenza della storia del cinema. Ecco perché ReFF 2019 è dedicato al regista Christian Marazziti, che sarà anche presidente di giuria.

In giuria con lui, una serie di personalità di alto spessore: il regista Alessandro Grande, che ha rappresentato l’Italia nella corsa al premio Oscar 2019 per la categoria Best Short Live Action, Davide Mancori, direttore della fotografia e produttore cinematografico, vicepresidente dell’Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica (A.I.C.) e membro della giuria del Premio David di Donatello; Umberto Garibaldi, editore di Red Carpet Magazine; Sondra L. Sottile, nata a Seattle, direttore, autore e produttore cinematografico, Daniele Tomassetti, Rappresentante della Deja vu production, Letizia Paonessa, docente all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro in “Storia dello Spettacolo”, “Storia del Cinema e del Video”, “Teoria e analisi del cinema e dell’audiovisivo”.

Il Festival è stato realizzato in partnership con il Comune di Catanzaro – Assessorato alla Cultura, l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, Calabria Film Commission, con il supporto del Grande Oriente d’Italia ed il Cinema Teatro Comunale. Media Partners sono Mymovies.it e Red Carpet Magazine. Partners commerciali: Founder 35, Officina Teatrale, Fondazione Astrea, Ds Automobiles.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.