React Film Festival: il direttore artistico Carpanzano rivela gli ospiti e la partnership con il Goi | Calabria Web Oggi

La Massoneria del Grande Oriente d’Italia​, con un premio contro le mafie, è sponsor di ReFF, React Short Film Festival, il primo festival in Calabria per i cortometraggi. La rassegna è in programma a Catanzaro dal 28 al 30 giugno nel Parco della Biodiversità, già parco internazionale della scultura e scenografia naturale d’eccezione. L’ingresso è aperto a tutti.

“Il premio Goi contro le mafie – aggiunge il direttore artistico del ReFF, Giovanni Carpanzano – è stato orgogliosamente istituito allo scopo di denunciare ogni forma di criminalità organizzata, che è cancro del vivere civile della società. Il premio speciale verrà conferito al miglior corto che abbia trattato la tematica della lotta al malaffare, alla ‘ndrangheta e alle mafie tutte. Al vincitore sarà devoluto un premio in denaro, consegnato personalmente dal Gran Maestro Stefano Bisi, nostro ospite. Vogliamo scardinare lo stereotipo populista legato alla presenza della Massoneria nei contesti socioculturali. Il Goi non è altro che un’associazione filantropica capace di destinare importanti somme per iniziative culturali di spessore. Non siamo il primo Festival a beneficiare del supporto del Goi, e con esso siamo molto impegnati nella lotta agli stereotipi. A questo proposito vi svelo che ci sarà anche un corto premiato per la delicatezza con cui ha trattato il tema lgbt. In cuor mio spero proprio che vinca il premio del web, e che il pubblico dia merito al fatto che gli stereotipi siano dannosi”.



Un commento a “React Film Festival: il direttore artistico Carpanzano rivela gli ospiti e la partnership con il Goi | Calabria Web Oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *