Breccia di Porta Pia. Simbolo dell’Unità d’Italia colpito dal maltempo

La pioggia torrenziale che colpisce in questi giorni gran parte del nostro Paese si è abbattuta anche nella Capitale. Ingenti i danni e i disagi ai romani e anche la storica Breccia di Porta Pia non è stata risparmiata. Nelle Mura Aureliane, nella parte verso via XX Settembre, le infiltrazioni d’acqua hanno causato la caduta di mattoni e pezzi d’intonaco e i Vigili del Fuoco hanno subito rimosso le parti pericolanti, in particolare nei tratti più interessati al passaggio pedonale.

Quella porzione di muro è simbolo emblematico dell’unità d’Italia. Porta Porta, fatta erigere da Pio IV nel 1561, su disegno di Michelangelo, fu teatro il 20 settembre 1870 delle operazioni per l’occupazione di Roma da parte delle truppe italiane guidate dal generale Raffaele Cadorna contro l’esercito papalino. I primi colpi di artiglieria colpirono le mura alle 5,10. I pontifici alzarono la bandiera bianca alle 10,05, mentre i reparti più prossimi all’ampia breccia, che nel frattempo era stata aperta nelle mura, davano inizio all’entrata degli Italiani a Roma.

I fatti di Porta Pia, con l’annessione della città, sancirono la fine dello Stato Pontificio come entità storico-politica, e l’avverarsi del sogno risorgimentale dei padri della patria. Nel 1895 il XX Settembre diventò festa nazionale, poi revocata nel 1930 dopo la firma dei Patti Lateranensi. Di recente sono stati presentati disegni di legge per ripristinare la festività. Oggi, quello che fu il dissidio tra Stato e Chiesa è ormai superato con la conciliazione dei valori laici e cattolici in nome di un unico spirito nazionale che coniuga tutte le radici culturali del nostro Paese. Nel 2010 il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di stato vaticano, ha partecipato per la prima volta alle celebrazioni del XX Settembre a Porta Pia insieme al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nei pressi della storica breccia la Massoneria del Grande Oriente d’Italia celebra ogni anno la ricorrenza in omaggio ai perenni valori di democrazia e libertà.

Danni a Porta Pia su Repubblica.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.