Allende massone. A Siracusa il 19 dicembre presentazione del libro di Rocha

La Camera di Commercio di Siracusa ospiterà il 19 dicembre, alle ore 9, la presentazione del libro “Allende massone”. L’iniziativa è della Loggia Archimede (342) della città. Tra i relatori, il Gran Maestro Aggiunto Santi Fedele, storico dell’università di Messina. Ingresso libero •

Siracusa-allende“L’11 settembre 1973 Salvador Allende, maestro massone, esce dalla storia per entrare nella leggenda imperitura di coloro che hanno consacrato e, all’occorrenza, sacrificato la loro vita al bene e al progresso dell’umanità”. Così scrive il Gran Maestro Stefano Bisi nella presentazione del libro del giornalista cileno Juan Gonzalo Rocha “Allende massone. Il punto di vista di un massone” uscito per la prima volta in Cile nel 2000 e pubblicato in Italia nel 2015, per i tipi di Mimesis, grazie al Grande Oriente d’Italia. Curioso il fatto che il saggio sia stato ignorato nel nostro paese così a lungo e sia benvenuta questa nuova edizione che offre l’opportunità di fare una lettura completa della biografia di Allende e non per la ‘stravaganza’, come qualcuno potrebbe pensare, della sua appartenenza alla Massoneria, ma per esaminare l’influsso, in senso etico e morale, degli ideali e dei valori liberomuratori nella sua attività politica. Per la prima volta, con ricchezza di documenti, la ricerca di Juan Gonzalo Rocha, non massone, dimostra come “la presenza della Massoneria attraversa l’intera esistenza di Salvador Allende, dall’infanzia all’ultimo istante di vita”. Una lettura contemporanea dell’essere massone che si coniuga a quelle già conosciute di tanti statisti e amministratori pubblici che hanno aderito alla Libera Muratoria e che aggiorna la lunga storiografia sul loro ‘buon governo’ in Italia e nel mondo.

Il libro “Allende massone” sarà presentato a Siracusa il 19 dicembre (ore 9) presso la sede della Camera di Commercio su iniziativa della Loggia Archimede (342) della città. Interverranno SantI Fedele, storico dell’Università di Messina e Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia; Luigi Amato, docente di Estetica dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo; Ermanno Adorno, storico siracusano già consigliere comunale. In apertura porteranno saluti Antonio Cosentino, maestro venerabile della Loggia Archimede, e Natale Arena, vicepresidente del Collegio circoscrizionale della Sicilia. La partecipazione è aperta a tutti.

Allende massone

Salvador Allende con le insegne massoniche. Alle sue spalle, il ritratto del nonno che fu Gran Maestro della Gran Loggia del Cile
Salvador Allende con le insegne massoniche. Alle sue spalle, il ritratto del nonno che fu Gran Maestro della Gran Loggia del Cile

Salvador Allende entra in Massoneria il 16 novembre 1935 nella Loggia Progreso (4) di Valparaiso, fondata dal nonno Ramon Allende Padin che era stato Gran Maestro della Gran Loggia del Cile nel 1884. Il 27 ottobre 1937 Allende ottiene il grado di Compagno e il 31 ottobre 1945 quello di Maestro nella Loggia Hiram (65) di Santiago alla quale appartiene per 37 anni, fino alla sua tragica morte. Nel suo testamento massonico, all’atto dell’iniziazione, si legge (le sue parole sono tra virgolette):

1) Quali sono i doveri dell’uomo verso i suoi simili? “L’uomo è solo un ingranaggio del conglomerato sociale, per questo, la sua vita dev’essere al servizio dei suoi simili”

2) Quali sono i doveri verso te stesso? “Organizzare l’esistenza avendo chiari gli obblighi, i doveri e i diritti, questi ultimi legati ai doveri e ai diritti degli altri.

3) Quale memoria di te stesso vorresti lasciare dopo la morte?“Quella di aver compiuto gli obblighi che mi fossi imposto, quella di essere stato utile alla società avendo concorso alla suo perfezionamento spirituale, morale e materiale”.

 

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.