Al Teatro Petruzzelli di Bari “La Parigi segreta di Piccinni” di Alessio Anelli

“La Parigi segreta di Piccinni” di Alessio Anelli è il libro presentato a Bari il 21 ottobre nel foyer gremitissimo del Teatro Petruzzelli. Il volume, frutto di una borsa di studio e di ricerca offerta dal Collegio Circoscrizionale della Puglia al Consevatorio di Bari, ricostruisce la formazione artistica e culturale di Niccolò Piccinni, musicista e compositore barese del ‘700, e i suoi intensi legami con la Massoneria parigina e napoletana nel pieno furore degli ideali illuministici e rivoluzionari.

Un viaggio affascinante dal palcoscenico del San Carlo, a Venezia, ai segreti ambienti della loggia parigina delle “Neuf Soeurs”, là dove l’affiliato Piccinni dirigerà le musiche per l’elogio funebre di Voltaire, suo compagno di officina. Sullo sfondo grandi figure, da Lavoisier e Montgolfier, che conquistò il cielo con i suoi palloni aerostatici, a personalità legate all’occultismo, a Simone Mayr, futuro maestro di Donizetti, affiliato con Goethe agli Illuminati di Baviera. Un mondo nel quale il compositore barese entrerà da protagonista.

“La promozione di questa iniziativa di cultura musicale e storica rappresenta -ha sottolineato nel suo intervento il Presidente del Collegio Antonio Mattace Raso- un altro tassello del processo di apertura della Libera Muratoria alla società, avviando un percorso di conoscenza e conseguente legittimazione che faccia conoscere ai cittadini italiani il vero volto della filosofia massonica, ben al di là delle superficiali definizioni di associazione affaristica e lobbistica”. I liberi muratori pugliesi, oltre un migliaio, sono in prima linea in attività di promozione morale e culturale della società italiana, accanto a quelle altrettanto importanti di volontariato solidale a favore dei più bisognosi.

La presentazione del volume è stata anticipata da autorevoli interventi, quale quello del Fratello Nicola Scardicchio, docente del Conservatorio Musicale di Bari e di Pierfrancoo Moliterni, docente di Storia della Musica all’Università di Bari. Numerosi intermezzi musicali di arie, brani d’opera e cori, composti da Piccinni, sono stati eseguiti da: Sivan Yonna, soprano solista; Ensemble Florilegium Vocis Maria Silecchio, soprano, Margherita Rotondi, mezzo soprano, Luciano Ancona, tenore, Michele Dispoto, baritono; Ensemble della Cappella S. Teresa dei Maschi Giovanni Rota, violino I, Valerio Latartara, violino II, Francesco Masi, viola, Claudio Mastrangelo, violoncello, Sabino Manzo, cembalo e direzione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.