(Adnkronos) Terremoto: da Grande Oriente d’Italia 50mila euro per teatro di Ferrara. Da destinare ai lavori di restauro

Il Grande Oriente d’Italia ha donato un contributo di 50.000 euro al Teatro Comunale di Ferrara, da destinare ai lavori di restauro. La comunicazione è stata data dal Gran Maestro, Gustavo Raffi, dopo l’appello lanciato dal sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani. Finora la sottoscrizione per i terremotati promossa dal Grande Oriente ha raccolto 164.167 euro.

“Il Grande Oriente d’Italia – scrive Raffi nella lettera al primo cittadino di Ferrara – sin dal primo momento, ha cercato di portare aiuto alle persone che sono state colpite dal gravissimo terremoto che ha così gravemente danneggiato l’Emilia, individuando le situazioni più difficili in modo da alleviare le condizioni di vita di chi aveva perso la casa, il lavoro, gli affetti. Siamo anche intervenuti a sostegno delle Istituzioni di alcune delle località più colpite, inviando contributi al Polo scolastico di Mirandola e alla biblioteca di Cavezzo, perché giovani e cultura sono fondamentali per la ricostruzione del tessuto sociale”.

“Ricevuto il suo accorato appello – si legge ancora nella lettera del Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – ho ritenuto che richiedesse immediatamente la nostra attenzione: di Uomini e di Liberi Muratori. In una comunità che ha subito così gravi danni, il Teatro, lesionato dal sisma del 20 e 29 maggio scorso, può rappresentare uno spazio di rinascita. E’ stato quindi deliberato di inviare al Teatro Comunale di Ferrara un contributo pari a 50.000 euro, da destinare ai lavori di restauro. Sono consapevole che si tratta di un piccolo contributo ma, mi creda, è dato con il cuore, con la speranza che il Teatro possa riprendere quanto prima la sua importante attività. E’ sulla cultura – conclude Raffi – che il nostro Paese deve investire, valorizzando il suo patrimonio storico e artistico. Per costruire il domani che vogliamo”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.