Accanto ai più fragili. Fism già a lavoro. Il 10 gennaio prima riunione operativa al Vascello

In Italia ci sono oltre 10 milioni di persone che vivono in condizioni di povertà relativa, pari al 16,6% della popolazione. Del totale, 6 milioni possono essere definiti poveri assoluti, non in grado cioè di procurarsi ciò che serve per vivere una vita dignitosa, e 1,4 milioni sono bambini. E’ il ritratto in cifre del disagio, che attanaglia il nostro paese. Il Grande Oriente è sempre più in prima linea accanto ai più fragili. Ed è per questo che ha dato vita alla Fism. Nata da poco, la Federazione Italiana di Solidarietà Massonica è già al lavoro. La prima riunione è fissata per il 10 gennaio alle ore 11 al Vascello.

Progettata dal Gran Maestro Aggiunto Sergio Rosso e fortemente voluta dal Gran Maestro Stefano Bisi e dalla sua giunta, la Fism è costituita da un primo nucleo di associazioni composto da Asili Notturni di Torino, Piccolo Cosmo, Banco Alimentare l’Acacia di Arezzo, Casa della Fraterna Solidarietà di Sassari e Associazione Europa 1444 di Taranto. Nel corso dell’assemblea che si terrà a Roma e alla quale parteciperà il Gran Maestro, verranno messi in cantiere nuovi e importanti progetti. Interverranno Sergio Rosso, che presenterà il nuovo organismo, Gian Piero Pagella e Marco Cauda segretario della Fism (Asili Notturni), Francesco Martini (Banco Alimentare Acacia), Aldo Meloni (Casa della Fraterna Solidarietà), Luca Tagliente (Europa 1444), Eugenio Boccardo (Piccolo Cosmo).

Saranno presenti alla riunione i rappresentanti di altre onlus in attesa di entrare a far parte della federazione, che illustreranno le loro iniziative: Gianfranco Troise per Asili Notturni Sud; Osvaldo Maiorca per Associazione Garibaldi; Riccardo Mauri per progetto Avis; Paolo Corallini per Asili Notturni Umberto I – sez. Marche; Carlo Bongiorno per servizio dentistico comune di Modena; Tonino Sutera per San Giovanni onlus; Sandro Valentini per progetto di solidarietà comune di Vasto; Luciano Artese Presidente Collegio Abruzzo-Molise; Giangiacomo Pezzano Presidente Collegio Emilia-Romagna; Carlo Alberto Melani Presidente Collegio Liguria; Antonio Perelli Presidente Collegio Umbria.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.