A Pesaro presentato “Rinato nella pietra”, l’ultimo libro di Marco Rocchi

Pesaro 2Nella libreria Il Catalogo di Pesaro è stato presentato il 23 ottobre il libro “Rinato nella pietra” edito da Tipheret. Il volumetto, che affronta alcuni aspetti della “Psicologia e antropologia della iniziazione massonica”, è stato scritto da Marco Rocchi, attualmente maestro venerabile della Loggia Antonio Jorio (1042) di Pesaro, e si arricchisce di tre contributi di Luigi Maria Bianchini, Marco Colombo e Davide Riboli, tutti affiliati alla stessa Loggia.

Il titolo del libro riprende una felice espressione tratta dalla autobiografia di Carl Gustav Jung, e identifica con efficacia il lavoro del massone che rinasce con la iniziazione e da quel momento comincia a lavorare su se stesso per lavorare la pietra grezza della propria umanità. Una brevissima sintesi del libro è stata pubblicata sul primo numero di Hiram di quest’anno.

La presentazione a Pesaro con Marco Rocchi (secondo a sinistra)
La presentazione a Pesaro con Marco Rocchi (secondo a sinistra)

La presentazione, cui hanno assistito numerosi Fratelli provenienti dalla regione Marche e dalla vicina Romagna, oltre a numerosi spettatori profani, è stata affidata ai Fratelli Massimo Agostini e Marco Tupponi, che con abilità hanno introdotto i presenti al non sempre facile argomento. Sono seguiti gli interventi dell’autore Marco Rocchi e degli altri coautori Riboli, Colombo e Bianchini. Il libro ha ricevuto un’ottima accoglienza nell’edizione regionale dedicata alla cultura del quotidiano Il Resto del Carlino che ha individuato in quella massonica l’unica e vera rinascita. Nella mezza pagina dedicata all’ultima iniziativa letteraria di Rocchi, il quotidiano riporta un interessante stralcio dell’autore: “L’iniziazione massonica è quindi intellettuale, nessun intervento magico o soprannaturale vi è previsto, nondimeno si avvale di tutta una serie di suggestioni”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.