A Partanna rivive la Loggia Giuseppe Mazzini

Grande soddisfazione del Grande Oriente d’Italia per la costituzione a Partanna della Loggia Giuseppe Mazzini (1505) che rinasce dalle ceneri dell’omonima loggia che operò nel primo Novecento. Fonti documentarie testimoniano la presenza a Partanna di una loggia dedicata a Mazzini dal 1907 al 1921.

Gioiello della Loggia Giuseppe Mazzini (1505) di Partanna
Gioiello della Loggia Giuseppe Mazzini (1505) di Partanna

La nuova loggia partannese è la trentacinquesima, nel Grande Oriente d’Italia, che porta il nome dell’apostolo dell’unità e della libertà italiana. Il suo motto è ‘Coerenza e Lealtà’ e nasce con i migliori auspici visto che a tenerla a battesimo è stato il Gran Maestro Stefano Bisi in persona che il 9 ottobre, giorno conclusivo di un suo lungo soggiorno in Sicilia per numerosi impegni istituzionali, ha partecipato alla cerimonia di innalzamento delle colonne alla quale hanno partecipato oltre 250 esponenti del Grande Oriente giunti da numerose sedi massoniche siciliane e non solo.

I lavori rituali, realizzati ad Erice presso i locali del Hotel Ristorante Tirreno, sono stati aperti dal presidente del Collegio Circoscrizionale della Sicilia Giuseppe Trumbatore. Presenti numerose autorità massoniche.

Il neoeletto maestro venerabile Salvatore Tamburello, appena insediato e dopo avere a sua volta installato i dignitari e ufficiali della nuova loggia, ha ringraziato i presenti e in particolare il Gran Maestro per la sensibilità e la vicinanza dimostrata alle logge della provincia di Trapani in un momento difficile che ha visto la Massoneria locale sotto attacco mediatico da parte di alcuni organi d’informazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.