Massoneria, arte e architettura: storie e simboli degli iniziati siciliani. Incontro a Palermo il 23 giugno per Bias 2018

L’esoterismo e il sistema simbolico dietro l’arte e l’architettura; le storie dei siciliani che nella storia, attraverso le arti, hanno trasmesso le loro conoscenze iniziatiche. Di questo e di molto altro si parlerà sabato 23 giugno alle 18, all’interno del Complesso dello Spasimo di Palermo, durante la conferenza “Iniziazione e variabili ermetiche in Arte e in Architettura” curata dal Consiglio dei Maestri Venerabili di Palermo del Grande Oriente d’Italia.

Sono in programma gli interventi di Ettore Sessa, professore di Storia dell’Architettura Contemporanea alle Università di Palermo, Trapani e Agrigento (“Il mito dell’Arte Reale nella cultura architettonica”); di Eliana Mauro, dirigente storico dell’Architettura all’Assessorato Beni Culturali della Regione Siciliana (“La Tavola di Cebete e l’ascesa dell’anima nel giardino simbolico”); della storica dell’arte Daniela Brignone (“Verità e simboli esoterici nell’arte in Sicilia”). Modera Giovanni Quattrone, segretario del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Sicilia del Grande Oriente.

L’incontro del 23 giugno, a carattere pubblico, è una delle conferenze collaterali alle esposizioni della BIAS – Biennale Internazionale di Arte Contemporanea Sacra e delle Religioni dell’Umanità, alla quale partecipa il Grande Oriente d’Italia con varie iniziative, che quest’anno ha adottato il concetto di “Porta” come tema principale. Porta intesa come soglia filosofica: oltrepassarla è il primo passo di un viaggio più lungo all’interno di quello che non si conosce, come una cultura o una fede diversa. Con l’obiettivo di abbattere il pregiudizio.

Durante la conferenza, i relatori partendo da componenti storiche e filosofiche generali, indagheranno simboli e personaggi custodi di una conoscenza trasmessa, nel segno dell’esoterismo, da iniziato a iniziato. In particolare saranno raccontate le storie di note figure della cultura siciliana illustrando alcune rappresentazioni di profilo iniziatico nell’arte e nell’architettura. Fra le variabili più strutturate della cultura figurale di natura ermetica, le implicazioni dei simboli raccontati nell’antica Tavola di Cebete Tebano assurgono a metafora sublime del percorso iniziatico; la lettura esoterica degli attributi architettonici e degli impianti dei giardini siciliani “filosofici” d’età romantica ne costituisce una fra le manifestazioni più emblematiche.

In apertura di convegno porteranno i saluti Chiara Modìca Donà dalle Rose, presidente WISH World International Sicilian Heritage eDirettore BIAS Biennale Internazionale Arte Contemporanea di Palermo e Giuseppe Trumbatore, Gran Tesoriere Aggiunto del Grande Oriente d’Italia.

 Info: segretario@goisicilia.it – 3385845882 – @GOI_Sicilia

 

Programma BIAS 2018

Massoneria, arte e architettura: storie e simboli degli iniziati siciliani. Incontro a Palermo il 23 giugno per Bias 2018



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.