A Milano “Son et Lumière”. L’evento nel segno di Marco Giovanetti, musicista e fratello. Consegnata alla moglie l’onorificenza Giordano Bruno alla memoria

Nuova edizione per il Collegio della Lombardia di “Son et Lumière”, il grande spettacolo gratuito e aperto a tutti che il 15 dicembre ha segnato la conclusione delle iniziative annuali della Circoscrizione lombarda del Grande Oriente nel segno di  Marco Giovanetti, libero muratore, pianista, concertista e didatta, apprezzato artista, appartenente al Grande Oriente, che ci ha lasciato prematuramente alcuni mesi fa.  All’ evento, che  si tenuto a  Milano, nella Sala Verdi del Conservatorio alla presenza di un pubblico anche questa volta numeroso, sono intervenuti il  Gran Maestro Stefano Bisi, che ha voluto consegnare alla signora Lourdes Giovanetti, ospite della serata, la Giordano Bruno alla memoria dell’insigne marito; il giornalista Federico Luperi; il musicologo Quirino Principe che ha tenuto una ‘lectio magistralis’ sul tema dell’Eroe. La serata, presentata da Susanna Messaggio, è stata arricchita da  esibizioni musicali e artistiche di altissimo livello con il tenore Ramtin Ghzavi e la soprano Eriko Sumiyoshi, accompagnati al piano da Beatrice Benzi; Teofil Milenkovic e Giulio Garbin al violino e al pianoforte; i performers show Zamaga Athletic Dancers e Marco Berry, che ha interpretato un brano tratto dallo spettacolo “Mindshock-nessuna scelta è libera”.

A dare il via alla manifestazione il presidente del Collegio Antonino Salsone, che  ha salutato gli ospiti  a nome dei maestri venerabili e di tutti i fratelli affiliati alle 75 logge lombarde. Salsone ha ringraziato poi l’avvocato Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia ed esponente di spicco della cultura laica e liberale milanese, per aver accettato l’invito a partecipare all’iniziativa, il fratello Alberto Jannuzzelli, Presidente della Società Umanitaria, ente storico e benemerito della Città di Milano, istituito nel 1893 grazie al lascito testamentario del libero muratore e filantropo Prospero Moisè Loria, e tutti coloro “ che hanno contribuito economicamente alla realizzazione dell’ evento, i fratelli componenti della Giunta del Collegio e del  “team social web”, la Ems – Emergenza Soccorso Onlus, e in specie Marco Del Bo’, “autentica anima artistica e organizzativa di Son et Lumière”.

il tenore Ramtin Ghzavi e al piano il giovanissimo figlio
Il musicologo Quirino Principe

Pubblicato da GOI Lombardia su Domenica 15 dicembre 2019


2 commenti a “A Milano “Son et Lumière”. L’evento nel segno di Marco Giovanetti, musicista e fratello. Consegnata alla moglie l’onorificenza Giordano Bruno alla memoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.