A Matera si è parlato di Chiesa e Massoneria. “C’è bisogno di creare ponti fra gli uomini”

Dopo l’incontro di Gubbio, i rapporti tra Chiesa e Massoneria sono stati di nuovo al centro di un dibattito, questa volta organizzato dal Grande Oriente a Matera sabato 3 novembre. Un dibattito che si è tenuto il 3 novembre alle 10 nella storica sede di Palazzo Viceconte, nei pressi della Cattedrale, a cura dell’Associazione Culturale Quinto Orazio Flacco, emanazione dell’omonima loggia materana  del Grande Oriente d’Italia. Sono intervenuti  Nicola Di Modugno, docente di giustizia amministrativa presso l’Università del Sannio di Benevento; Don Paolo Renner, professore ordinario di Scienze della Religione e Teologia Fondamentale, nonché direttore dell’Istituto di Scienze Religiose di Bolzano (sezione di lingua italiana) e direttore dell’Istituto De Pace Fidei, che ha portato il saluto di Monsignor Pino Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina ai presenti.

Le conclusioni sono state affidate al  Gran Maestro Stefano Bisi che ha sottolineato la necessità di creare ponti tra gli uomini. “Il 20 settembre1870 – ha detto il Gran Maestro- che segnò con la presa di Roma il completamento dell’unità d’Italia rappresenta una pagina di storia, ma soprattutto una data con un significato di prospettiva di lavoro. “Occorre rivedere in senso attuale quella “breccia” “, ha aggiunto, ricordando che “i rapporti migliorano quando si mette al centro l’Uomo senza perseguire fini politici e poteri temporali” e che “passando dallo scontro all’incontro e al dialogo, qualcosa di buono nasce di sicuro”.

Hanno aperto i lavori Pietro Andrisani, presidente dell’associazione organizzatrice, e Lucio D’Oriano, presidente del Collegio Circoscrizionale di Campania-Lucania del Grande Oriente d’Italia. Sono seguiti i saluti delle autorità civili, religiose e massoniche.

L’incontro si è avvalso del patrocinio della Provincia di Matera. L’appuntamento per un nuovo focus sulla Massoneria in Italia è in programma sempre a Matera il 9 maggio 2019 quando la capitale europea della cultura ospiterà il Simposio internazionale delle Logge Europa per affermare gli ideali, le opportunità e i valori.

 

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.