19 aprile 2011 – L’irredentismo e l’Associazione «In Pro dell’Italia Irredenta». I Comitati di Calabria e Sicilia.

Soveria Mannelli, Rubettino, 2010, pp. 142 , € 12,00

Luigi Chiara (a cura di)
L’ascesa e il successivo declino dell’Associazione «In Pro dell’Italia Irredenta», fondata il 21 maggio del 1877 dal repubblicano di origini napoletane Matteo Renato Imbriani, se rappresenta il tentativo degli ambienti democratici di rilanciare e risolvere la questione dei confini nazionali e, dunque, anche dei rapporti con l’Austria, indica pure tutti i limiti e le contraddizioni delle diverse anime della «Sinistra» italiana negli anni delicati cimpresi tra l’avvento di Depretis e quello di Crispi, condizionando i rapporti tra il «centro» e le «periferie» del sistema politico nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.