Roma 15 settembre 2009 – (AGI) Italia 150°: Raffi (GOI), dare futuro come nel risorgimento.

Roma 15 settembre 2009 – (AGI) Italia 150°: Raffi (GOI), dare futuro come nel risorgimento.

Celebrare i 150 anni dall’Unita’ d’Italia per dare al paese “un futuro”, come accadde per “le donne e gli uomini del Risorgimento”.
E’ l’appello, contenuto nel ‘manifesto’ per il XX Settembre, del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

Raffi rilancia il senso civile del Risorgimento e la valenza dell’apporto laico, in presenza di tentativi di revisionismo ultrapapalino e antiunitario: “Non avremmo mai pensato che il 150° dell’Unita’ nazionale – rileva Raffi – potesse finire, nel nostro Paese, al centro di polemiche e politiche tanto sconcertanti. Nel 1911, il Cinquantesimo dell’indipendenza fu salutato da esposizioni memorabili, che culminarono a Roma nella consacrazione del Vittoriano. Nel 1961, l’Italia del boom, allora in piena espansione economica dopo le Olimpiadi di Roma, confermava i valori fondanti della coesistenza unitaria, ponendo la lingua italiana e la formazione dei giovani al centro del riscatto di tante famiglie appena uscite dalla miseria”.

Il Gran Maestro della più importante istituzione massonica italiana, che venerdi’ ricordera’ il contributo della Massoneria al processo di unificazione nazionale con un convegno storico nella sede di Villa il Vascello, sottolinea:
“E oggi? Dovremmo tornare ai dialetti, ai vessilli regionali, alla celebrazione dei Borbone o degli Asburgo? E da questa negazione del vincolo unitario che cosa dovremmo aspettarci? Paiono lontani un nuovo Rinascimento o un nuovo medioevo comunale. Crediamo che una classe dirigente complessivamente incapace di dar vita a un autentico programma pedagogico di educazione nazionale, in grado di restituire dignita’ e orgoglio a noi tutti e a nostri figli, possa difficilmente dar prova di quella capacita’ di visione, d’immaginazione creativa, di cui l’Italia ha una disperata necessita’ per uscire dal cono d’ombra di un declino annunciato e apparentemente ineluttabile.
Raffi conclude: “Abbiamo bisogno di futuro, come le donne e gli uomini del Risorgimento. Il 150° dell’Unita’ a questo deve servire: non alla facile retorica o a celebrazioni dal sapore un po’ stantio, ma alla riflessione comune per progettare quello che dovremo essere. Tutti insieme”.

(AGI) 15 SET 09

Roma 8 settembre 2009 – (Apc) Massoneria: Grande Oriente celebra il XX Settembre e l’Equinozio. Dibattiti e incontri per tre giorni festa particolare.

Roma 8 settembre 2009 – (Apc) Massoneria: Grande Oriente celebra il XX Settembre e l’Equinozio. Dibattiti e incontri per tre giorni festa particolare.

Massoni in festa.Prendono il via venerdì 18 settembre a Villa Il Vascello, sede del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani le iniziative con le quali la più importante istituzione massonica italiana intende – quest’anno – celebrare la ricorrenza del XX Settembre e quella dell’Equinozio di Autunno, data quest’ultima che da sempre segna la ripresa dei lavori massonici.

I temi che verranno trattati in due convegni, saranno quello del contributo della massoneria al processo di unificazione nazionale, e quello dei rapporti tra il “sacro e la ragione” anche alla luce dell’enciclica “Caritas in Veritate”.
Il primo – si spiega in una nota – sarà affrontato venerdì pomeriggio alle ore 18,30 dagli storici Santi Fedele, dell’università di Messina, Fulvio Conti, dell’università di Firenze e Ferdinando Cordova della Sapienza di Roma, coordinati da Marco Novarino, dell’università di Torino.

Sui rapporti tra sacro e ragione, caritas e veritas, poli di una dialettica imprescindibile per la società postmoderna – si sottolinea – è previsto il confronto, sabato 19 settembre, alle ore 10,30 sempre a villa Il Vascello – moderati da Antonio Panaino, dell’Università di Bologna, sede di Ravenna – Valerio Zanone, Michele Ciliberto, della Scuola Normale Superiore di Pisa; Giancarlo Elia Valori, economista e docente universitario; Alessandro Meluzzi, psichiatra e scrittore.

I convegni saranno chiusi dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi che, nel pomeriggio di sabato, alle ore 19, pronuncerà il suo intervento – “allocuzione” in gergo massonico – sugli impegni e sulle iniziative della istituzione nei prossimi mesi.
Domenica 20, infine, a Porta Pia è prevista la cerimonia per la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento che ricorda la Breccia e che rappresenta, per i massoni, “il valore irrinunciabile della laicità”.

(Apc) Red-Nav 08-SET-09 18:09

Roma 8 settembre 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Grande Oriente celebra XX Settembre ed Equinozio d’Autunno.

Roma 8 settembre 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Grande Oriente celebra XX Settembre ed Equinozio d’Autunno.

Prendono il via venerdì 18 settembre a Villa Il Vascello, sede del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani le iniziative con le quali la più importante istituzione massonica italiana celebrerà quest’anno ricorrenza del XX Settembre e quella dell’Equinozio di Autunno, data quest’ultima che segna la ripresa dei lavori massonici.
Due i grandi temi che verranno trattati in due distinti convegni: il contributo della Massoneria al processo di unificazione nazionale, e quello dei rapporti tra “il sacro e la ragione” anche alla luce dell’Enciclica “Caritas in Veritate”.

Il primo sarà affrontato venerdì pomeriggio alle ore 18,30 dagli storici Santi Fedele, dell’Università di Messina, Fulvio Conti, dell’Università di Firenze e Ferdinando Cordova dell’Università “La Sapienza” di Roma, coordinati da Marco Novarino, dell’Università di Torino.
Sui rapporti tra Sacro e Ragione, Caritas e Veritas, poli di una dialettica imprescindibile per la società postmoderna si confronteranno, sabato 19 settembre alle ore 10,30 sempre a Villa Il Vascello – moderati da Antonio Panaino, dell’Università di Bologna, sede di Ravenna – Valerio Zanone, Michele Ciliberto, della Scuola Normale Superiore di Pisa; Giancarlo Elia Valori, economista e docente universitario; Alessandro Meluzzi, psichiatra e scrittore.

A entrambi i convegni saranno chiusi dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi che, nel pomeriggio di sabato, alle ore 19, pronuncerà la sua allocuzione, sugli impegni e sulle iniziative della Istituzione nei prossimi mesi.
Domenica 20, infine, a Porta Pia è prevista la cerimonia per la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento che ricorda la Breccia e che rappresenta, per i massoni, il “valore irrinunciabile della laicita”.

(Rre/Zn/Adn Kronos) 08-SET-09 15:39

Roma 8 settembre 2009 – (Apc) Massoneria: Grande Oriente d’Italia, tre giorni di festeggiamenti. Per XX Settembre e Equinozio d’Autunno a partire dal 18 settembre.

Roma 8 settembre 2009 – (Apc) Massoneria: Grande Oriente d’Italia, tre giorni di festeggiamenti. Per XX Settembre e Equinozio d’Autunno a partire dal 18 settembre.

Prendono il via venerdì 18 settembre a Villa Il Vascello, sede del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani le iniziative con le quali la più importante istituzione massonica italiana intende – quest’anno – celebrare la ricorrenza del XX Settembre e quella dell’Equinozio di Autunno, data quest’ultima che segna la ripresa dei lavori massonici.
Due – infatti – i grandi temi che verranno trattati in due distinti Convegni: quello del contributo della Massoneria al processo di unificazione nazionale, e quello dei rapporti tra il “sacro e la ragione” anche alla luce dell’Enciclica “Caritas in Veritate”.

Il primo – si legge in un comunicato – sarà affrontato venerdì pomeriggio alle ore 18,30 dagli storici Santi Fedele, dell’Università di Messina, Fulvio Conti, dell’Università di Firenze e Ferdinando Cordova dell’Università “La Sapienza” di Roma, coordinati da Marco Novarino, dell’Università di Torino.

Sui rapporti tra Sacro e Ragione, Caritas e Veritas, poli di una dialettica imprescindibile per la società postmoderna si confronteranno, sabato 19 settembre alle ore 10,30 sempre a Villa Il Vascello – moderati da Antonio Panaino, dell’Università di Bologna, sede di Ravenna – Valerio Zanone, Michele Ciliberto, della Scuola Normale Superiore di Pisa; Giancarlo Elia Valori, economista e docente universitario; Alessandro Meluzzi,psichiatra e scrittore.

Entrambi i Convegni saranno chiusi dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi che, nel pomeriggio di sabato, alle ore 19, pronuncerà il suo intervento – “allocuzione” in gergo massonico – sugli impegni e sulle iniziative della Istituzione nei prossimi mesi.

Domenica 20, infine, a Porta Pia è prevista la cerimonia per la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento che ricorda la Breccia e che rappresenta, per i Massoni, il valore irrinunciabile della laicità.

(Apc) Red-bol 08-SET-09 16:20

Roma 8 settembre 2009 – (AGI) XX Settembre Grande Oriente, data di luogo e tolleranza.

Roma 8 settembre 2009 – (AGI) XX Settembre Grande Oriente, data di luogo e tolleranza.

Il Grande Oriente d’Italia (Goi) prepara tre giorni di celebrazioni in occasione delle ricorrenze del XX Settembre, nel 1870 data della breccia di Porta Pia e della fine del potere temporale dei Papi, e dell’equinozio d’autunno, giorno che segna tradizionalmente la ripresa dei lavori massonici.

“Dall’Unità d’Italia a oggi la Massoneria – afferma il Gran Maestro del Goi, Gustavo Raffi – si è proposta come luogo di promozione del dialogo, della liberta’ di coscienza e della tolleranza”.
Gli appuntamenti, aperti al pubblico, prenderanno il via venerdì 18 settembre a villa Il Vascello, sede del Goi di Palazzo Giustiniani, la più importante istituzione massonica italiana.
Due i temi che verranno trattati in distinti convegni: il contributo della Massoneria al processo di unificazione nazionale e quello dei rapporti tra il “sacro e la ragione”, anche alla luce della recente Enciclica “Caritas in Veritate” di Papa Benedetto XVI.
Il primo convegno, venerdì pomeriggio alle ore 18,30, ha per titolo: “1859 la rinascita della Massoneria e l’inizio dell’unificazione dell’Italia: due percorsi a confronto”.
Prevista la partecipazione dagli storici Santi Fedele, dell’Università di Messina; Fulvio Conti, dell’Università di Firenze; e Ferdinando Cordova, dell’Università La Sapienza di Roma; moderatore Marco Novarino, dell’Università di Torino.

Seconda occasione di confronto, sabato 19 alle 10,30, con il convegno “Il Sacro e la Ragione. Percorsi e confronti anche alla luce dell’Enciclica ‘Caritas in Veritate‘”, che vedrà l’intervento di Valerio Zanone, Michele Ciliberto, Giancarlo Elia Valori e Alessandro Meluzzi, moderatore Antonio Panaino, dell’Università di Bologna.

“Sacro e Ragione, Caritas e Veritas – rileva il Gran maestro Raffi, il cui intervento chiuderà entrambi i convegni – appaiono come poli di una dialettica imprescindibile per la società post-moderna, di cui la Libera Muratoria si sente pienamente partecipe”.
Sempre sabato, alle ore 19, Raffi pronuncerà l’allocuzione sugli impegni e sulle iniziative del Grande Oriente per i prossimi mesi.

Domenica 20 a Porta Pia è prevista la cerimonia per la deposizione di una corona di alloro davanti al monumento che ricorda la ‘breccia‘ e che rappresenta per i massoni italiani il “valore irrinunciabile della laicità”.

(AGI) 8 SET 09

Roma 25 luglio 2009 – (La Nazione) Massoneria tra sacro e laicità.

Roma 25 luglio 2009 – (La Nazione) Massoneria tra sacro e laicità.

Gli iscritti alla Massoneria universale Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani si ritroveranno questo pomeriggio alle 18,30 all’hotel Esplanade di Viareggio.
L’incontro, a ingresso libero, verterà sul tema «Laicità e le dimensioni del sacro. Frammenti di riflessioni e di pensieri per divenire uomo: processi di conoscenza a confronto, dalla dialettica accademica al metodo iniziatico».

Interverranno il Gran Maestro del Grande Oriente avvocato Gustavo Raffi ed il professor Michele Ciliberto docente di storia della filosofia moderna e contemporanea a La Normale di Pisa.
A moderare sarà il giornalista Stefano Bisi presidente del collegio dei Maestri Venerabili della Toscana.

(La Nazione) 25 luglio 2009

Viareggio (Lucca) 25 luglio 2009 – (ANSA) Massoneria: Raffi, ricostruire clima laicità nel paese. Raccolta fondi per sede Croce Verde distrutta da esplosione 29/6.

Viareggio (Lucca) 25 luglio 2009 – (ANSA) Massoneria: Raffi, ricostruire clima laicità nel paese. Raccolta fondi per sede Croce Verde distrutta da esplosione 29/6.

“La Massoneria non ha nulla a che vedere con il luogo comune, ormai logoro, dell’anticlericalismo fondato sulla contrapposizione esasperata tra laici e cattolici, così come la cultura laica non ha, e non ha mai avuto, un contenuto anticristiano, né un contenuto irreligioso”.

E’ quanto il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Gustavo Raffi sosterrà oggi a Viareggio dove è in programma un incontro, organizzato dalla loggia Dante Alighieri, su “Laicità e le dimensioni del Sacro”, al quale oltre a Raffi parteciperà il filosofo Michele Ciliberto della Scuola Normale di Pisa. Per Raffi, però, “é indispensabile, e lo riaffermiamo con forza, ricostruire nel nostro Paese un clima di laicità che consenta il rispetto di tutti gli orientamenti religiosi e culturali ma che, allo stesso tempo, impedisca che ci sia qualcuno che tenda a presidiare i confini dell’etica e ad imporre il proprio credo”.

L’incontro di Viareggio, moderato dal presidente del Collegio dei Maestri venerabili della Toscana Stefano Bisi, e dalla giornalista Tiziana Missigoi, sarà anche l’occasione per rilanciare l’iniziativa di solidarietà voluta dalle logge di Viareggio, Dante Alighieri e Felice Orsini, e dal Collegio della Toscana, all’indomani della strage di Viareggio del 29 giugno scorso.
L’obiettivo, e per questo è stato aperto un conto corrente come si legge nel sito del Gran D’Oriente, è quello di ricostruire la sede della Pubblica assistenza della Croce Verde distrutta dall’esplosione del gpl.

(ANSA) 25 – Lug – 09 15:59

Roma 24 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria, domani a Viareggio dibattito su “Laicità e le dimensioni del Sacro”. Gran Maestro Raffi, ricostruire nel nostro paese un clima di laicità, la massoneria non è anticlericale.

Roma 24 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria, domani a Viareggio dibattito su “Laicità e le dimensioni del Sacro”. Gran Maestro Raffi, ricostruire nel nostro paese un clima di laicità, la massoneria non è anticlericale.

“Laicità e le dimensioni del Sacro”. E’ il tema del dibattito che si terrà domani a Viareggio organizzato dalla loggia del Grande Oriente d’Italia, Dante Alighieri, e al quale parteciperanno il Gran Maestro Gustavo Raffi e il filosofo Michele Ciliberto della Scuola Normale Superiore di Pisa. “La massoneria – sottolinea Raffi, anticipando alcuni dei temi che verranno toccati nel corso dell’iniziativa – non ha nulla a che vedere con il luogo comune ormai logoro dell’anticlericalismo fondato sulla contrapposizione esasperata fra laici e cattolici, così come la cultura laica non ha, e non ha mai avuto, un contenuto anticristiano, nè un contenuto irreligioso”.

“Essa ha le sue basi nel pluralismo – continua Raffi – nell’uso sistematico della ragione, nel rispetto delle opinioni altrui in ogni campo, nella centralità dell’essere umano in sé. Su questi principi la massoneria non consente deroghe perchè essi costituiscono la nostra identità, l’essenza del nostro modo di essere, le radici dei nostri giudizi.
E’ indispensabile, e lo riaffermiamo con forza, ricostruire nel nostro Paese un clima di laicità che consenta il rispetto di tutti gli orientamenti religiosi e culturali, ma che, allo stesso tempo, impedisca che ci sia qualcuno che tenda a presidiare i confini dell’etica e ad imporre il proprio credo”
.

L’incontro, che verrà moderato dal presidente del Collegio dei maestri venerabili della Toscana, Stefano Bisi, e dalla giornalista Tiziana Missigoi, si terra’ alle 18.30 all’Hotel Esplanade, in Piazza Puccini 8.
Nel rispetto della tradizione massonica che ha nella solidarietà uno dei suoi valori fondamentali, si legge in una nota del Grande Oriente d’Italia, le logge di Viareggio “Dante Alighieri” e “Felice Orsini” e il Collegio della Toscana sono impegnate in un’iniziativa di solidarietà per aiutare la popolazione ferita dalla tragedia dello scorso 30 giugno.
L’impegno è quello di ricostruire la sede della Pubblica assistenza Croce Verde di Viareggio e di ripristinare un sistema di assistenza che è al servizio della città da oltre 120 anni.

(Adn Kronos) 24-LUG-09

Roma 22 luglio 2009 – (9Colonne) Massoneria: a Roma il GOI apre Centro Culturale in ex Cinema.

Roma 22 luglio 2009 – (9Colonne) Massoneria: a Roma il GOI apre Centro Culturale in ex Cinema.

Il Grande Oriente d’Italia ha ottenuto dal Comune di Roma il “Permesso di costruire”, vale a dire l’autorizzazione ad eseguire, a breve, i lavori di riqualificazione del complesso ex Cinema Belsito, in Piazza Medaglie d’Oro, che entro settembre 2011 diventerà il primo ‘Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia’.

Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal GOI, nascerà una grande Sala delle Conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.
Il Centro ospiterà, altresì, la sede del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Lazio, riunendo in questo luogo fisico tutti i templi di Roma.

L’edificio, con il progetto ‘Luce nel Tempio’ prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani. “Sarà una grande agorà per camminare nella luce – rimarca il Gran Maestro Gustavo Raffi – Un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni. Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura di possibilità ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero vissuto come ricerca continua di senso”.

(9Colonne) 22 luglio 2009

Ravenna 22 luglio 2009 – (AGI) Massoneria: GOI, nuovo Centro Polifunzionale nell’ex Belsito.

Ravenna 22 luglio 2009 – (AGI) Massoneria: GOI, nuovo Centro Polifunzionale nell’ex Belsito.

Il Grande Oriente d’Italia ha ottenuto dal Comune di Roma il “permesso di costruire”, vale a dire l’autorizzazione ad eseguire, a breve, i lavori di riqualificazione del complesso ex cinema Belsito di Roma, in Piazza Medaglie d’Oro, che entro settembre 2011 diventerà il primo “Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia”.

Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal Goi, nascerà una grande Sala delle Conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.
Il Centro ospiterà, altresì, la sede del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Lazio, riunendo in questo luogo fisico tutti i templi di Roma.

L’edificio, con il progetto “Luce nel Tempio” prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani. “Sara’ una grande agora’ per camminare nella luce – rimarca il Gran Maestro Gustavo Raffi – Un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni.
Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero”
.

(AGI) 22 LUG 09

Roma 22 luglio 2009 – (Omniroma) Massoneria, Grande Oriente: Centro Polifunzionale in ex Cinema.

Roma 22 luglio 2009 – (Omniroma) Massoneria, Grande Oriente: Centro Polifunzionale in ex Cinema.

“Grande Oriente d’Italia”, riferisce una nota dell’associazione della massoneria, “ha ottenuto dal Comune di Roma il ‘Permesso di costruire’, vale a dire l’autorizzazione ad eseguire, a breve, i lavori di riqualificazione del complesso ex Cinema Belsito di Roma, in Piazza Medaglie d’Oro, che entro settembre 2011 diventerà il primo ‘Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia’.

Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal Goi, nascerà una grande Sala delle Conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.

Il Centro ospiterà, inoltre, la sede del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Lazio, riunendo in questo luogo fisico tutti i templi di Roma. L’edificio, con il progetto ‘Luce nel Tempio’ prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani”.

“Sarà una grande agorà per camminare nella luce – rimarca il Gran Maestro Gustavo Raffi – Un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni. Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura di possibilità ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero vissuto come ricerca continua di senso”.

(Omniroma) 22 luglio 2009

Roma 22 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: via ai lavori per Centro Polifunzionale Grande Oriente d’Italia a Roma nel complesso dell’ex Cinema Belsito.

Roma 22 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: via ai lavori per Centro Polifunzionale Grande Oriente d’Italia a Roma nel complesso dell’ex Cinema Belsito.

Un Centro polifunzionale della Massoneria nei locali dell’ex Cinema Belsito a Roma. Il grande Oriente d’Italia annuncia di avere ottenuto dal Comune di Roma la concessione per i lavori, che inizieranno a breve, e che daranno vita, entro il settembre del 2011, a quella che il gran maestro Gustavo Raffi, definisce, “un’agorà di libertà e uno spazio di confronto”.

Tra poco inizieranno i lavori di riqualificazione del complesso dell’ex Cinema Belsito di Piazza Medaglie d’Oro, a Roma, che entro il settembre 2011 diventerà il primo “Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia”.
Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal Grande Oriente, nascerà una grande sala delle conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.
Inoltre, il Centro ospiterà la sede del Collegio circoscrizionale dei Maestri venerabili del Lazio, riunendo in un unico luogo tutti i templi di Roma.

L’edificio, con il progetto “Luce nel Tempio”, prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani. “Sara’ una grande agorà per camminare nella luce -annuncia il gran maestro Gustavo Raffi- un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni. Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura di possibilità ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero vissuto come ricerca continua di senso”.

(Adn Kronos) 22-LUG-09

Roma 20 luglio 2009 – (Adn Kronos) Chiesa: Grande Oriente d’Italia, auguri al Cardinal Tonini. Messaggio di Raffi per il 95° compleanno del Cardinale.

Roma 20 luglio 2009 – (Adn Kronos) Chiesa: Grande Oriente d’Italia, auguri al Cardinal Tonini. Messaggio di Raffi per il 95° compleanno del Cardinale.

“In occasione del suo novantacinquesimo compleanno, nel solco di una amicizia, la nostra, che dura da più di venti anni, desidero formularLe i più sinceri e sentiti auguri. In questa circostanza mi preme esaltare il suo fondamentale contributo per l’affermazione della cultura della pace e del dialogo che Lei, per tutta la vita, ha fornito alla Comunita’: cultura della pace e del dialogo che i Liberi Muratori ritengono essere il bene più prezioso per l’umanita’, e mai come oggi necessaria per affrontare le drammatiche sfide che colpiscono tante parti del globo”.

E’ quanto si legge nel messaggio di auguri che l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, ha inviato al cardinale Ersilio Tonini per i suoi novantacinque anni.

“In una umanita’ lacerata da conflitti e da tensioni – continua il messaggio – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo ed autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralita’ dell’uomo e dei suoi valori.”

(Pun/Gs/Adn Kronos) 20-lug-09 17:47

Ravenna 20 luglio 2009 – (ANSA) Cardinal Tonini compie 95 anni, giornata tra messa e auguri.

Ravenna 20 luglio 2009 – (ANSA) Cardinal Tonini compie 95 anni, giornata tra messa e auguri.

Ha celebrato la messa, ha risposto a centinaia di telefonate di auguri e nel pomeriggio ha partecipato a un incontro per iniziative di solidarietà in Africa.
Così ha passato la giornata del suo 95/o compleanno il cardinale Ersilio Tonini.
Dal suo piccolo appartamento nell’Opera di Santa Teresa a Ravenna, dove è sempre vissuto, il cardinale è uscito verso le 9 per andare a celebrare la messa nella chiesa vicina. In prima fila il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci che in un messaggio, inviato al prelato alcuni giorni fa, aveva espresso la preoccupazione per gli effetti della crisi economica sulle famiglie.

“E’ per questo, forse, che ci dimentichiamo degli altri o pensiamo che gli altri siano un ostacolo al nostro progetto di vita”, aveva scritto aggiungendo poi, riferito al cardinale: “Lei ha vissuto gli anni cruciali della nostra città e i ravennati li conosce bene. Le chiedo, Eminenza, di continuare a starci vicino e di aiutarci per farci diventare sempre più cittadini del mondo”.

Un messaggio di auguri è stato inviato anche dal presidente della Provincia, Francesco Giangrandi: “In questa occasione, proprio come si farebbe con un padre, le chiedo di continuare a essere un punto di riferimento per la comunità, di volerci bene e di seguirci, di non farci mancare i suoi consigli e le sue osservazioni su ciò che è giusto fare, sia in campo spirituale che nella vita di ogni giorno”. Auguri anche dal Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi: “In una umanità lacerata da conflitti e da tensioni – ha scritto a Tonini – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo e autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralità dell’ uomo e dei suoi valori”.

(ANSA) 20-lug-09 17:37

Ravenna 20 luglio 2009 – (AGI) Card. Tonini compie 95 anni: Gli auguri del “Grande Oriente”.

Ravenna 20 luglio 2009 – (AGI) Card. Tonini compie 95 anni: Gli auguri del “Grande Oriente”.

“In occasione del suo novantacinquesimo compleanno, nel solco di una amicizia, la nostra, che dura da pi di venti anni, desidero formularLe i pi sinceri e sentiti auguri. In questa circostanza mi preme esaltare il suo fondamentale contributo per l’affermazione della cultura della pace e del dialogo che Lei, per tutta la vita, ha fornito alla Comunitá: cultura della pace e del dialogo che i Liberi Muratori ritengono essere il bene più prezioso per l’umanitá, e mai come oggi necessaria per affrontare le drammatiche sfide che colpiscono tante parti del globo”.

E’ questo uno dei passaggi pi significativi del messaggio di auguri che l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, ha inviato al cardinale Ersilio Tonini per i suoi novantacinque anni.

“In una umanitá lacerata da conflitti e da tensioni – continua il messaggio – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo ed autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralitá dell’uomo e dei suoi valori.”

(AGI) Mir/Red 20-17,37 lug 09

Perugia 18 giugno 2009 – (Il Messaggero) Perugia, Ricorrenza XX Giugno.

Perugia 18 giugno 2009 – (Il Messaggero) Perugia, Ricorrenza XX Giugno.

Tre gli appuntamenti odierni programmati nell’ambito delle manifestazioni organizzate dal Comune in vista della ricorrenza del “XX Giugno”.
Il primo è alle 11,30 alla Biblioteca della Fondazione Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” dove è prevista la presentazione di alcune iniziative con esposizioni aperte fino al 25 giugno con orario, escluso sabato e domenica, 9-13.
Poi rassegna di film a tema risorgimentale a cura di Cinegatti, in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca nazionale, presso il Teatro Pavone alle 15 e alle 20,15.
Infine alle 21, uno spettacolo teatrale e musicale dedicato ai combattenti del XX Giugno, ideato e diretto da Graziano Vinti, presso il Molino della Catasta al Bosco didattico di Ponte Felcino.

Domani sono in programma anche alcune iniziative organizzate dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani. Tra queste un convegno di studi su “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee” a cui partecipa il gran maestro Gustavo Raffi.

Nella ricorrenza dei 150 anni delle stragi di Perugia, perpetrate il 20 giugno 1859 dalle truppe svizzere inviate dal governo pontificio per soffocare nel sangue la rivolta popolare della città che intendeva far parte del Regno d’Italia, il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e il Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, organizzano il Convegno di studi “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”, che si terrà venerdì alle ore 17, al Complesso di San Bevignate, dov’è stato predisposto anche un annullo filatelico.

(Il Messaggero Umbria) 18 giugno 2009

Roma 17 giugno 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Gran Maestro Raffi commemora la strage di Perugia del 1859. Venerdì il convegno di studi “XX Giugno, gli uomini e le idee”.

Roma 17 giugno 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Gran Maestro Raffi commemora la strage di Perugia del 1859. Venerdì il convegno di studi “XX Giugno, gli uomini e le idee”.

Il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e il Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria organizzano il convegno di studi “‘XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”, che si terrà venerdì alle 17, nel Complesso di San Bevignate, per il quale è stato predisposto anche un annullo filatelico. L’occasione è la ricorrenza dei 150 anni delle stragi di Perugia, perpetrate il 20 giugno 1859, dalle truppe svizzere inviate dal governo pontificio per soffocare nel sangue la rivolta popolare della città umbra, che aveva espresso un governo provvisorio per far parte del Regno d’Italia.

Al di là del fine commemorativo di uno degli avvenimenti del Risorgimento che allora ebbe una grande risonanza internazionale, anche su testate quali il “Times” di Londra e il “Chicago Tribune”, l’iniziativa intende approfondire “il ruolo che la massoneria ebbe allora nella difesa della città. Ma – come spiega una nota di Palazzo Giustiniani – intende anche approfondire il ruolo dell’istituzione come culla del libero pensiero e di difesa del dialogo”.

“Da sempre, infatti, il Grande Oriente d’Italia – sottolinea il Gran Maestro Raffi – si pone come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo, volto a contribuire affinché la nostra società si basi sulla centralità dell’uomo e sulla difesa della sua libertà e dignità, nel rispetto della autonomia di opinione e di giudizio, senza vincoli dogmatici e condizionamenti di alcuna natura”.

“Dunque, una Massoneria sempre più proiettata verso il confronto aperto e costruttivo con la società civile e impegnata in grandi battaglie civili – aggiunge il Gran Maestro – tra cui, quella per la riaffermazione e il rafforzamento della scuola pubblica, per la libertà di ricerca scientifica, per la riaffermazione del pensiero laico, per la globalizzazione dei diritti umani. Un impegno che è testimoniato anche dal fatto che sempre più numerosi sono i giovani che chiedono di aderirvi”.

Il convegno che si avvale del patrocinio del Comune di Perugia sarà aperto alle 17 dai saluti del presidente del Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, Fulvio Bussani. Parteciperanno, coordinati dallo storico del risorgimento Franco Bozzi, Santi Fedele dell’Università degli Studi di Messina, con la relazione “La massoneria: sentimento nazionale e fratellanza universale”; Gian Biagio Furiozzi, dell’Università degli studi di Perugia, che parlerà di “Massoneria e Risorgimento in Umbria”; Romano Ugolini e Mario Bellucci, della stessa Università, su “Il XX Giugno tra mito e storia” e “Massoneria e Università”; il senatore Giorgio Casoli, “La vicenda della Tiara”.
Il convegno sarà chiuso dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi.

A mezzanotte “per non dimenticare la cieca violenza subita, un secolo e mezzo fa, da bambini, donne e uomini, i Liberi Muratori si riuniranno, come vuole la tradizione, di fronte al monumento del Frontone”, eretto nel 1909 a ricordo e testimonianza delle stragi del 1859, con l’esecuzione di inni garibaldini, del Nabucco e dell’inno nazionale a cura della Corale Stoneight.

(Adn Kronos) 17-GIU-09

New York, 5 maggio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Raffi (GOI) a New York, oggi più che mai è barriera contro intolleranza.

New York, 5 maggio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Raffi (GOI) a New York, oggi più che mai è barriera contro intolleranza.

“Il sogno dei Liberimuratori è quello di costruire un mondo in cui il compimento pieno dei diritti costituisca il punto di partenza e non quello di arrivo. La Liberamuratoria, nel solco della sua tradizione, si propone ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società, e come barriera contro intolleranza, fanatismo, tirannia, sopraffazione e disprezzo dell’uomo”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, intervento alla annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Oggi siamo pronti ad impegnarci ancora di più -ha aggiunto Raffi recentemente ‘installato’ alla massima carica della Massoneria italiana per il quinquennio 2009-2014- per affermare i principi di libertà, solidarietà, tolleranza e fraternità”.

“Temiamo – ha concluso- che la crisi che la nostra società sta vivendo provochi, come reazione, anche forme di regressione culturale che possono condurre all’irrigidimento dottrinario, ad espressioni reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato”.

(Adn Kronos) 05 MAG 09

Roma 5 maggio 2009 (ANSA) Massoneria: Raffi(GOI) a New York, barriera contro intolleranza.

Roma 5 maggio 2009 (ANSA) Massoneria: Raffi(GOI) a New York, barriera contro intolleranza.

“La Liberamuratoria, nel solco della sua tradizione, si propone ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società, e come barriera contro intolleranza, fanatismo, tirannia, sopraffazione e disprezzo dell’Uomo”.

Lo ha detto Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, intervento alla annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Oggi – ha spiegato Raffi – siamo pronti ad impegnarci ancora di più per affermare i principi di libertà, solidarietà, tolleranza e fraternità. Temiamo – ha concluso – che la crisi che la nostra società sta vivendo provochi, come reazione, anche forme di regressione culturale che possono condurre all’irrigidimento dottrinario, ad espressioni reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato”.

(ANSA) 05-mag-09 19:51