Roma 21 dicembre 2007 – Anniversario Costituzione: Massoneria; Raffi (GOI) “riaffermiamo solenne impegno a difesa democrazia e libertà”.

Roma 21 dicembre 2007 – Anniversario Costituzione: Massoneria; Raffi (GOI) “riaffermiamo solenne impegno a difesa democrazia e libertà”.

“Sessant’anni fa, il 22 dicembre 1947 l’Assemblea Costituente approvava la Carta Costituzionale della Repubblica. Nel celebrarne l’anniversario, i Liberi Muratori del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, riaffermano solennemente, oggi come ieri, il loro strenuo impegno a difesa della democrazia e delle libertà garantite dalla Costituzione repubblicana”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

“I Liberi Muratori Meuccio Ruini, Presidente della Commissione dei 75 per l’elaborazione della Costituzione e Giovanni Conti, Vice Presidente della Costituente, appassionati ed intransigenti testimoni delle virtù repubblicane – ha detto ancora – contribuirono insieme ad altri Massoni a realizzare la Carta fondamentale della Repubblica, che 60 anni or sono fece degli Italiani finalmente dei cittadini di uno Stato democratico”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 18 dicembre 2007 – Pena di morte: Onu; Massoneria; Gran Maestro Raffi (Goi) “iniziativa di portata storica”.

Roma 18 dicembre 2007 – Pena di morte: Onu; Massoneria; Gran Maestro Raffi (Goi) “iniziativa di portata storica”.

La Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani plaude alla decisione assunta oggi dall’Onu che ha approvato, con una iniziativa di portata storica, la moratoria sulla pena di morte.

“Il voto dell’Assemblea generale dell’Onu – afferma il Gran Maestro Gustavo Raffi – rappresenta il primo passo verso la conquista di un nuovo diritto umano e civile, una vittoria che riafferma la sacralità della vita. Rappresenta anche una pagina importante per la diplomazia italiana che della moratoria è stata promotrice”.

“La coscienza di ogni Libero Muratore – prosegue Raffi – da sempre si ribella alla pena di morte, un barbaro strumento che deve, senza indugio, essere bandito da ogni ordinamento giudiziario”.

“Auspico – conclude – che quanto prima la moratoria diventi un obbligo giuridico per gli Stati, affinché mai più si assista all’ignobile spettacolo di un uomo messo a morte”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Siracusa 15-16 dicembre 2007 – Da Garibaldi alla loggia Archimede.

Siracusa 15-16 dicembre 2007 – Da Garibaldi alla loggia Archimede.

Sessantesimo anniversario di nascita della loggia siracusana “Archimede” (342) che ha organizzato per il 15 e 16 dicembre un’altra iniziativa per le sue celebrazioni. Significativa quella dello scorso giugno con la presentazione del volume “Architettura e Massoneria” di Marcello Fagiolo da parte di stimati accademici.

La nuova manifestazione, dal titolo “Da Garibaldi alla loggia Archimede: 60 anni dalla ricostituzione della loggia Archimede”, avrà inizio il 15 mattina (ore 9) con un convegno al Palazzo del Governo (Via Roma 31). Dopo il saluto del maestro venerabile della loggia, Giovanni Conigliaro, interverranno: il Gran Maestro Onorario Morris Ghezzi, sociologo del diritto all’università di Milano, (“Garibaldi Massone”); il Grande Oratore Aggiunto Bent Parodi, giornalista e scrittore, (“Ruolo sociale della Massoneria siciliana”); il dottor Benedetto Brandino (“Origine e storia della RL Archimede”).
Chiuderà i lavori, moderati da Biagio Scandurra, il Gran Maestro Gustavo Raffi.

L’indomani mattina, dopo lo scoprimento, alle ore 9, di una lapide commemorativa all’esterno della casa massonica, la sede delle logge siracusane (via dell’Arsenale 54) sarà aperta al pubblico fino alle 13. L’iniziativa si avvale del patrocinio del Collegio circoscrizionale della Sicilia, dell’Associazione culturale Giordano Bruno, e degli enti locali del Comune e della Provincia di Siracusa.

Info: 3381978263 – 3929582531 – info@loggiaarchimede.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 14 dicembre 2007 – Livorno e Firenze: origine e continuità della massoneria.

Roma 14 dicembre 2007 – Livorno e Firenze: origine e continuità della massoneria.

Venerdì 14 dicembre alle ore 18:30 presso Villa Il Vascello si terrà la presentazione di due volumi, curati da Fulvio Conti, sulla storia della massoneria in Toscana. I testi, frutto del lavoro di studiosi di diversa formazione, ricostruiscono una storia plurisecolare sulla scorta di una ricca e inedita documentazione di archivio.

Ne “La massoneria a Livorno. Dal Settecento alla Repubblica” si ripercorrono le tappe fondamentali della fondazione delle prime logge intorno al 1730 ad opera della comunità mercantile inglese che a partire da quel periodo si insediarono profondamente nel tessuto sociale e culturale della città.

“La massoneria a Firenze. Dall’età dei Lumi al secondo Novecento” ricostruisce la nascita, nel 1731 e 1732, di quella che è considerata la prima loggia massonica italiana e successivamente racconta come la massoneria gettò profonde radici nella città, divenendo un tratto caratterizzante della vita sociale e politica fiorentina. L’incontro sarà introdotto dal Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi e parteciperanno Marcello Verga (Università di Firenze), Gabriella Ciampi (Università della Tuscia – Viterbo), Ferdinando Cordova (Università di Roma), Fulvio Conti (Università di Firenze) e il Gran Maestro Gustavo Raffi.

La Massoneria a Livorno La Massoneria a Firenze Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 154.7 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Siracusa 11 dicembre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (GOI) a Siracusa il 15 e il 16 dicembre. Domenica 16 dicembre apertura della Casa Massonica della città.

Siracusa 11 dicembre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (GOI) a Siracusa il 15 e il 16 dicembre. Domenica 16 dicembre apertura della Casa Massonica della città.

Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, avvocato Gustavo Raffi, sarà a Siracusa sabato 15 e domenica 16 dicembre in occasione del sessantesimo anniversario della fondazione della loggia “Archimede”. Le celebrazioni prevedono due importanti iniziative: il convegno di studi “Da Garibaldi alla loggia Archimede: 60 anni dalla ricostituzione della loggia Archimede”, in programma sabato 15 alle ore 9 al Palazzo del Governo (Via Roma 31); l’apertura al pubblico, il giorno successivo domenica 16 dicembre, dalle 9,30 alle 13, della Casa Massonica della città.

Il convegno di studi “Da Garibaldi alla loggia Archimede: 60 anni dalla ricostituzione della loggia Archimede”, che si avvale dei Patrocini del Comune e della Provincia di Siracusa, del Collegio Circoscrizionale dei Maestri venerabili della Sicilia e dell’Associazione culturale Giordano Bruno sarà aperto dai saluti del Maestro venerabile della loggia, Giovanni Conigliaro. Interverranno, moderati da Biagio Scandurra, Morris Ghezzi, sociologo del diritto, università di Milano e Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia su “Garibaldi Massone”; Bent Parodi, giornalista e scrittore e Grande Oratore Aggiunto del Grande Oriente d’Italia, su “Ruolo sociale della Massoneria siciliana”; Benedetto Brandino su “Origine e storia della Loggia Archimede”. I lavori saranno chiusi dal Gran Maestro Gustavo Raffi.

Il giorno successivo, domenica 16 dicembre, dopo lo scoprimento, alle ore 9, di una lapide commemorativa all’esterno della casa massonica, la sede delle logge siracusane, situata in Via dell’Arsenale 54, sarà aperta al pubblico fino alle 13, in coerenza con la politica della trasparenza e del confronto con la società civile che ormai da anni contraddistingue l’attività del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 3 dicembre 2007 – Massoneria: la Gran Loggia Nazionale di Francia ristabilisce le relazioni con il Grande Oriente d’Italia.

Roma 3 dicembre 2007 – Massoneria: la Gran Loggia Nazionale di Francia ristabilisce le relazioni con il Grande Oriente d’Italia.

Un ulteriore passo di rilevanza strategica, dopo il meeting delle Massonerie Europee Regolari, tenutosi a Novembre a Londra è stato compiuto nel cammino verso una sempre più qualificata presenza del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani nel novero delle Massonerie regolari mondiali: la Gran Loggia Nazionale di Francia, nel corso della sua assemblea annuale, svoltasi a Parigi all’inizio di dicembre ha ufficialmente ristabilito le relazioni con il Grande Oriente d’Italia.

Il Gran Maestro Gustavo Raffi, accompagnato dal Gran Segretario Giuseppe Abramo e dal Gran Tesoriere Antonio Catanese, alla testa di una folta e qualificata delegazione, è stato ricevuto solennemente nel Tempio, tra scroscianti applausi e alla presenza delle Delegazioni Estere di tutti i Continenti del mondo e di oltre 4.000 fratelli.

“Il riconoscimento della Gran Loggia Nazionale di Francia – ha dichiarato il Gran Maestro – premia il silente e incessante lavoro diplomatico svolto dalla nostra Obbedienza, in questi ultimi 9 anni, che ha raccolto solidarietà e consensi in Europa nel mondo massonico, forte del prestigio conseguito in quello profano, sia nazionale che internazionale”.

“Il Grande Oriente d’Italia – ha aggiunto con soddisfazione – ritrova nel consesso delle Gran Logge dell’Europa la dovuta collocazione e la centralità che ad esso compete, quale legittima Obbedienza, rappresentativa dei massoni regolari nel nostro Paese. Mancava all’appello la Francia: ora il vulnus è stato cancellato”.

Il riconoscimento della Gran Loggia di Francia apre ora nuovi scenari. Seguiranno, infatti, i riconoscimenti di tutte le Gran Logge dell’Africa francofona. La stessa Gran Loggia del Sudafrica ha preannunciato il ripristino delle relazioni con il Grande Oriente d’Italia.

“La nostra Obbedienza – ha concluso il Gran Maestro Raffi – potrà così svolgere in quell’area tormentata del globo, così come è nella sua tradizione, una funzione primaria di promozione dei valori della tolleranza, della solidarietà umana, del dialogo e, soprattutto, del rispetto della dignità e libertà dell’Uomo, calpestati dai fondamentalismi etnici e religiosi”.

Il riconoscimento era stato ritirato dalla Gran Loggia Nazionale di Francia 14 anni or sono, all’epoca della costituzione della Gran Loggia Regolare d’Italia, ad opera dell’allora Gran Maestro Di Bernardo, che aveva precipitosamente abbandonato il Grande Oriente d’Italia.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 3 dicembre 2007 – Funzione sociale della Massoneria.

Roma 3 dicembre 2007 – Funzione sociale della Massoneria.

Quarant’anni fa nasceva la loggia capitolina “Acacia” (669) e l’anniversario sarà celebrato il 3 dicembre con il convegno “La funzione sociale della Massoneria”.
L’incontro è previsto all’Hotel Rouge et Noir (via di Pietralata, 162) alle 17.
Intervengono: la storica Anna Maria Isastia (“Il Grande Oriente d’Italia nella società italiana tra la fine dell’Ottocento e il primo Novecento”), il giornalista Aldo Chiarle, Gran Maestro Onorario, (“Eppur la nostra idea è solo idea d’Amor”), il giornalista e saggista Bent Parodi, Grande Oratore Aggiunto del Grande Oriente d’Italia (“Lavorare per il bene e il progresso dell’Umanità”) e l’assirologo Claudio Saporetti (“Il mio approccio alla Massoneria”).

Il Gran Maestro Gustavo Raffi chiuderà i lavori, presieduti dal presidente circoscrizionale del Lazio Bruno Battisti D’Amario e moderati dal maestro venerabile della loggia, Giuseppe Seganti.
Nel corso della manifestazione saranno consegnati gli attestati di membro onorario della “Acacia” ai Gran Maestri Onorari Luigi Sessa e Aldo Chiarle, al Grande Oratore Aggiunto Bent Parodi e al Grande Ufficiale Domenico Macrì. Info: Giuseppe Seganti (347 0412926 – sebe@flashnet.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Londra dicembre 2007 – “Special Meeting” a Londra delle Gran Logge d’Europa.

Londra dicembre 2007 – “Special Meeting” a Londra delle Gran Logge d’Europa.

Dopo 14 anni un Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia varca la soglia del tempio della Gran Loggia Unita d’Inghilterra

Nei giorni scorsi, per la prima volta dal 1993, un Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia ha varcato la soglia del Tempio della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, in occasione del “Meeting speciale” sui principi della regolarità massonica e sui riconoscimenti internazionali tra le Gran Logge svoltosi a Londra.

Il Meeting al quale hanno partecipato tutte le Massonerie regolari europee, accolte dal Duca di Kent, Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra è stato introdotto dal Pro Gran Maestro, Marchese di Northampton.

Al Gran Maestro Gustavo Raffi, invitato quale relatore ufficiale, insieme ai Gran Maestri di Austria, Francia, Estonia, Svezia, Repubblica Ceca, il compito di illustrare l’originalità delle linee guida dell’azione seguita in questi anni dal Grande Oriente per attualizzare i principi della Libera Muratoria e parteciparli alla società e alle nuove generazioni, nel rispetto della tradizione e della regolarità massonica.

“In questi anni – ha detto il Gran Maestro nel suo intervento – stiamo proponendo la Massoneria come esempio civile di impegno, di rigore etico e di confronto: oggi lo scenario è globalizzato e quindi il dialogo con le minoranze, con altre culture, trova anche nella Massoneria uno strumento di equilibrio, di assimilazione ed educazione ai valori della tolleranza, del rispetto e della costruzione di una società più giusta”.

“In presenza di una serie drammatica di nuovi fondamentalismi – ha proseguito – è determinante il ruolo storico della Massoneria come punto d’unione universale di uomini desiderosi di pace e di conoscenza, capaci di contribuire alla costruzione di un nuovo tessuto nei rapporti umani e sociali”.

“Non posso che esprimere la mia soddisfazione – ha detto ancora – per gli onori riservatimi, a coronamento di anni di lavoro supportati dall’impegno corale dei Liberi Muratori per l’affermazione dei valori di una Massoneria, attenta alle problematiche dell’oggi e del domani, forte della sua tradizione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 1 dicembre 2007 – Festa della Luce.

Firenze 1 dicembre 2007 – Festa della Luce.

Nuova edizione della “Festa della Luce” che quest’anno si svolge il 1° dicembre (ore 17,30) al Grand Hotel Firenze (piazza Ognissanti 1). Il Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi porterà il saluto del Gran Maestro Gustavo Raffi, impegnato all’estero per impegni istituzionali.

La manifestazione, organizzata dal Collegio circoscrizionale dei maestri venerabili della Toscana, prevede una parte aperta a familiari e amici. Nel corso dei lavori sarà consegnato un riconoscimento ai fratelli con oltre quaranta anni di anzianità massonica e si esibirà il violoncellista Marco Severi. Un’agape bianca chiuderà la serata.

Info e prenotazioni entro il 25 novembre: Collegio circoscrizionale della Toscana, dal lunedì al venerdì, ore 9-12 (tel. 055 2340543)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Milano 25 novembre 2007 – Libertà e solidarietà: la lezione di Garibaldi.

Milano 25 novembre 2007 – Libertà e solidarietà: la lezione di Garibaldi.

Grande Oriente d’Italia e Società Umanitaria insieme per celebrare Garibaldi. Il Collegio circoscrizionale dei maestri venerabili della Lombardia e la prestigiosa istituzione storica milanese organizzano un convegno internazionale di studi dal titolo “Libertà e solidarietà: la lezione di Garibaldi” con il patrocinio del Comitato Nazionale del Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi.

L’incontro è previsto il 25 novembre (ore 16) nella sede della Società Umanitaria (via Daverio, 7 – Sala Facchinetti) alla presenza del Gran Maestro Gustavo Raffi.

Ricco il programma di lavori presieduti dal presidente dell’Umanitaria Piero Amos Nannini. Intervengono gli storici: Cosimo Ceccuti, dell’università di Firenze, (“Garibaldi: un mito che vive”); Zeffiro Ciuffoletti, dello stesso ateneo, (“Il volontariato garibaldino”); Annita Garibaldi Jallet, dell’università di Bordeaux, (“Garibaldi e la solidarietà ai popoli oppressi”); Marco Novarino, dell’università di Torino, (“L’associazionismo laico in Piemonte”); Paolo V. Gastaldi, dell’università di Pavia e presidente della circoscrizione lombarda, (“L’associazionismo milanese: il caso dell’Umanitaria”).

“Garibaldi e la Massoneria” sarà invece il tema affrontato dal Gran Maestro Raffi, in veste di relatore.

Dopo il convegno sarà proiettato il documentario “Garibaldi oltre il mito” di Angelo Bonfadini con la consulenza storica di Arturo Colombo.

La Società Umanitaria ospiterà anche una mostra di vignette e caricature di artisti contemporanei dal titolo “Alla garibaldina”.

Info: Collegio della Lombardia (tel. 02 6572442 – fax 02 65726069);
Società Umanitaria (tel. 02 5796831 – fax 02 5511846 – www.umanitaria.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sansepolcro 23 novembre 2007 – Celebrazioni della loggia “Armonia” di Città di Castello.

Sansepolcro 23 novembre 2007 – Celebrazioni della loggia “Armonia” di Città di Castello.

La loggia “Armonia” (1153) di Città di Castello festeggia il 23 novembre nove anni di nascita con una serata piena di eventi. L’appuntamento è al Borgo Palace Hotel di Sansepolcro (Via Senese Aretina, 80) dalle ore 16 ed è stata annunciata la presenza del Gran Maestro Gustavo Raffi.

Il programma si apre con un convegno pubblico sul tema “Cellule staminali: stato dell’arte, prospettive e bioetica” che sarà discusso dall’ematologo Adolfo Puxeddu, dal genetista Massimo Biondi, dal ginecologo Sandro Giardina e dal sociologo del diritto Morris Ghezzi, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia. Modererà i lavori il Maestro Venerabile della “Armonia”, Fausto Castagnoli. Seguiranno la presentazione del primo volume della loggia che raccoglie i lavori di questi anni e un intermezzo musicale del pianista Bruno Mangoni.

La manifestazione si chiuderà con un cena di gala, sempre al Borgo Palace Hotel, animata da una esibizione del Duncan Ballet, gruppo umbro di danza contemporanea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Milano 22 Novembre 2007 – Garibaldi: anche Giannelli, Altan, Bucchi, Forattini e Staino ne celebrano il Bicentenario.

Milano 22 Novembre 2007 – Garibaldi: anche Giannelli, Altan, Bucchi, Forattini e Staino ne celebrano il Bicentenario.

Il Convegno di studi “Libertà e solidarietà: la lezione di Garibaldi”; il documentario “Garibaldi oltre il mito”; la mostra “Alla garibaldina” vignette e caricature di artisti tra i quali Giannelli, Altan, Bucchi, Forattini, Staino: è una vera e propria full immersion dedicata all’Eroe dei Due Mondi quella prevista domenica prossima 25 novembre dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e dalla Società Umanitaria per celebrare il Bicentenario della nascita di Garibaldi.

Ad aprire le iniziative – alle ore 16 (Sala Facchinetti – Società Umanitaria, via Daverio 7) il Convegno di studi al quale interverranno, presieduti da Piero Amos Nannini, presidente della Società Umanitaria, Cosimo Ceccuti, università di Firenze, “Garibaldi: un mito che vive”; Zeffiro Ciuffoletti, della stessa università, “Il volontariato garibaldino”; Annita Garibaldi Jallet, università di Bordeaux, “Garibaldi e la solidarietà ai popoli oppressi”; Marco Novarino, università di Torino “L’associazionismo laico in Piemonte”; Paolo Gastaldi, università di Pavia e presidente del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Lombardia; Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani “Garibaldi e la Massoneria”.

La Società Umanitaria ospiterà anche dal 25 al 30 novembre una mostra di vignette e caricature di artisti contemporanei dal titolo “Alla garibaldina” organizzata dalla stessa Umanitaria e dalla Fondazione Riccardo Bauer. Dopo il convegno sarà proiettato il documentario “Garibaldi oltre il mito” di Angelo Bonfadini con la consulenza dello storico Arturo Colombo.

Sulla figura di Garibaldi che, come noto, fu Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, l’avvocato Gustavo Raffi sottolinea: “la sua adesione alla Massoneria fu meditata e consapevole e nacque dal desiderio di costruire uno stato laico e democratico. Il sogno garibaldino, l’idea di una società civile, libera e democratica conserva ancora una grande attualità e rappresenta l’ideale di tutti i Liberi Muratori”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Sanremo 22-24 novembre 2007 – Mostra internazionale di filatelia massonica.

Sanremo 22-24 novembre 2007 – Mostra internazionale di filatelia massonica.

Ventesimo anniversario della loggia sanremese “Lando Conti” (1058) che per l’occasione realizza, dal 22 al 24 novembre, una mostra internazionale di filatelia massonica.

L’esposizione, curata dall’Associazione Italiana di Filatelia Massonica del Grande Oriente d’Italia (Aifm-Goi), sarà allestita a Villa Ormond (corso Felice Cavallotti) con le collezioni di Renato Boeri e Sergio Giannini dedicate a massoni illustri, e di Gabriele Laurenzi sugli aspetti simbolici nella filatelia. L’orario di apertura è dalle 9 alle 18.

Saranno emessi due annulli postali speciali: uno, venerdì 23, che celebra l’anniversario della loggia e la figura di Lando Conti, il sindaco di Firenze trucidato dalle Brigate Rosse, e un altro, il giorno successivo, dedicato alla mostra. Sabato 24 novembre sono previsti altri eventi, con una tornata rituale nella casa massonica di Sanremo (via Vesco, 36, ore 16,30) e a Villa Ormond (dalle 18,30) con un aperitivo, la presentazione del libro “XX anniversario della loggia “Lando Conti” (1058) all’Oriente di Sanremo”, e un’agape che chiuderà la serata.

Info: agapelandoconti@gmail.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ancona 22 novembre 2007 – Garibaldi nelle Americhe.

Ancona 22 novembre 2007 – Garibaldi nelle Americhe.

E’ in libreria il nuovo libro dello storico marchigiano Pietro Rinaldo Fanesi. Edito da Gangemi s’intitola “Garibaldi nelle Americhe. L’uso politico del mito e gli italoamericani” e vuole comprendere quanto il mito garibaldino abbia contribuito alla costruzione di un’identità nazionale tra le comunità italiane nelle Americhe, oppure sia stato l’elemento caratterizzante di un’identità “divisa”.

L’opera sarà presentata ad Ancona (Sala del Rettorato, piazza Roma, ore 17,30), su iniziativa del Comune, in particolare dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione, in collaborazione con la loggia cittadina “Guido Monina” (1238). Sono previsti interventi del sindaco di Ancona Fabio Sturani, dell’Assessore comunale alla Pubblica Istruzione Stefania Ragnetti, del giornalista Claudio Desideri, del direttore dell’Istituto di Storia delle Marche Massimo Papini, dello storico dell’università di Macerata Marco Severini, del Gran Maestro Gustavo Raffi, che parteciperà anche in veste di componente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Garibaldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Agrigento 16-17 novembre 2007 – I 30 anni della loggia.

Agrigento 16-17 novembre 2007 – I 30 anni della loggia.

Si festeggiano nel 2007 i 30 anni di vita della loggia agrigentina “Concordia” (955). Le celebrazioni dureranno due giorni, il 16 e 17 novembre, alla presenza del Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi. La sera del 16, i fratelli si riuniranno in tornata rituale nella casa massonica della loggia (Contrada Mandrascava, ore 19) ed è in programma la tavola dell’oratore Antonio Oliveri intitolata “La concordia”.

L’indomani pomeriggio (ore 16,30) si svolgerà un convegno pubblico presso il Grand Hotel dei Templi – Villagio Mosè sul tema “Nel Tempio: luogo storico, sacrale, di riflessione, crescita ed educazione”. Intervengono: il Grande Oratore Aggiunto Bent Parodi, il provveditore agli Studi di Palermo Rosario Leone, il direttore del Parco Archeologico “Valle dei Templi”, Pietro Meli.
Il Gran Maestro Aggiunto Bianchi chiuderà i lavori.

E’ previsto un momento musicale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 12 novembre 2007 – Incontro – Dibattito al teatro il Vascello. L’illuminismo di Goldoni: Memoires e le donne curiose.

Roma 12 novembre 2007 – Incontro – Dibattito al teatro il Vascello. L’illuminismo di Goldoni: Memoires e le donne curiose.

Il Grande Oriente d’Italia, per celebrare il terzo centenario della nascita di Carlo Goldoni, presenta alcuni brani tratti dall’ultimo lavoro di Maurizio Scaparro, Mémoires, spettacolo cinematografico ispirato alla famosa “autobiografia” del grande commediografo veneziano.

Nella stessa occasione sarà riproposta l’edizione critica di Alessandra Di Ricco di un testo altrettanto famoso di Goldoni Le donne curiose, opera che, più di ogni altra, attesta l’identificazione dell’artista con lo spirito della Massoneria e la condivisione di quei principi di fratellanza ed uguaglianza praticati nelle logge; un’operazione, si direbbe oggi, di trasparenza, nella quale Goldoni irride apertamente ai pregiudizi e alle leggende vigenti sulla Massoneria.

Come testimonia lo stesso autore nelle Mémoires: “sous un titre bien caché, bien déguisé, ne représentoit qu’une loge de Francs-Maçons”, la “celebre” Compagnia dell’Amicizia si viene a configurare, come rileva la Di Ricco, “come necessaria alternativa all’ozioso pettegolezzo dei salotti e alla cultura mummificata delle accademie di vecchio stampo”.

All’incontro parteciperanno il regista Maurizio Scaparro, Alessandra di Ricco (Università di Trento), Roberta Turchi (Università di Firenze), Lucio Villari (Università di Roma Tre) e il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Lunedì, 12 Novembre 2007
Ore 18:45
Teatro Il Vascello
Via Giacinto Carini, 78 – Roma

Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 101.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 9 novembre 2007 – Massoneria: Meeting a Londra Gran Logge d’Europa dopo 14 anni un Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia varca la soglia del tempio della Gran Loggia unita d’Inghilterra.

Roma 9 novembre 2007 – Massoneria: Meeting a Londra Gran Logge d’Europa dopo 14 anni un Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia varca la soglia del tempio della Gran Loggia unita d’Inghilterra.

Nei giorni scorsi, per la prima volta dal 1993, un Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani ha varcato la soglia del Tempio della Gran Loggia Unita d’Inghilterra, in occasione del “Meeting speciale” sui principi della regolarità massonica e sui riconoscimenti internazionali tra le Gran Logge svoltosi a Londra.

Il Meeting al quale hanno partecipato tutte le Massonerie regolari europee, accolte dal Duca di Kent, Gran Maestro della Gran Loggia Unita d’Inghilterra è stato introdotto dal Pro Gran Maestro, Marchese di Northampton.

Al Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, avvocato Gustavo Raffi, invitato quale relatore ufficiale, insieme ai Gran Maestri di Austria, Francia, Estonia, Svezia, Repubblica Ceca, il compito di illustrare l’originalità delle linee guida dell’azione seguita in questi anni dal Grande Oriente per attualizzare i principi della Libera Muratoria e parteciparli alla società e alle nuove generazioni, nel rispetto della tradizione e della regolarità massonica.

“In questi anni – ha detto il Gran Maestro nel suo intervento – stiamo proponendo la Massoneria come esempio civile di impegno, di rigore etico e di confronto: oggi lo scenario è globalizzato e quindi il dialogo con le minoranze, con altre culture, trova anche nella Massoneria uno strumento di equilibrio, di assimilazione ed educazione ai valori della tolleranza, del rispetto e della costruzione di una società più giusta”.

“In presenza di una serie drammatica di nuovi fondamentalismi – ha proseguito – è determinante il ruolo storico della Massoneria come punto d’unione universale di uomini desiderosi di pace e di conoscenza, capaci di contribuire alla costruzione di un nuovo tessuto nei rapporti umani e sociali”.

“Non posso che esprimere la mia soddisfazione – ha detto ancora – per gli onori riservatimi, a coronamento di anni di lavoro supportati dall’impegno corale dei Liberi Muratori per l’affermazione dei valori di una Massoneria, attenta alle problematiche dell’oggi e del domani, forte della sua tradizione”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Torino 28 ottobre 2007 – Risorgimento e Massoneria.

Torino 28 ottobre 2007 – Risorgimento e Massoneria.

Nuovo inizio di stagione il 28 ottobre (ore 11) per gli “Incontri” del Collegio circoscrizionale del Piemonte-Valle d’Aosta che metterà a disposizione del filosofo Gian Mario Cazzaniga la propria casa massonica di Piazza Vittorio Veneto per una conferenza sulle “Radici culturali del Risorgimento e la Massoneria”.

Introdurrà l’argomento lo storico Marco Novarino, dopo il saluto e la presentazione del presidente circoscrizionale Marco Jacobbi. Cazzaniga è autore di numerosi testi sull’Istituzione massonica e ha curato, nel 2006, il volume degli Annali della “Storia d’Italia” di Einaudi dedicato integralmente alla Libera Muratoria. Ora si sta occupando del nuovo Annale di Einaudi sull’Esoterismo.

Ingresso libero
Info: Segreteria Collegio (lunedì-venerdì, ore 16-20, tel. 011 8177867)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Crotone 27-28 ottobre 2007 – Crotone, Porta del Mediterraneo.

Crotone 27-28 ottobre 2007 – Crotone, Porta del Mediterraneo.

In Calabria l’anno massonico si inaugura a Crotone con due distinte manifestazioni, una interna e l’altra a carattere pubblico, organizzate per due giorni dalle logge della città. Sarà presente il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Il 27 ottobre si svolgerà una tornata musicale presso il locale “Convivio di Hera” (Ctr. Capo Colonna) a partire dalle 18. I fratelli Antonio Santoro, al flauto, e Francesco Desiena, al pianoforte, eseguiranno musiche di Mozart, Beethoven e Rossini, prima dell’intervento del presidente del Collegio circoscrizionale della Calabria Filippo Bagnato. Chiuderà i lavori l’allocuzione del Gran Maestro.

“Crotone: Porta del Mediterraneo. Culture a confronto” è il titolo del convegno pubblico che si svolgerà la mattina successiva, 28 ottobre, al Cinema Teatro Apollo (Via Regina Margherita 7) dalle ore 10.

Apriranno i lavori i saluti del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, il presidente della Provincia di Crotone Sergio Iritale, il sindaco della città, Peppino Vallone, l’onorevole Dorina Bianchi e il presidente circoscrizionale Filippo Bagnato. Moderati da Giuseppe Lombardo dell’università di Messina, interverranno: Claudio Bonvecchio dell’università dell’Insubria (“Europa, Mediterraneo: identità”), Elefterios Diamantaras dell’Alpina University di Atene (“Mar Ionio: un ponte tra due culture”), Morris Ghezzi dell’università di Milano (“Diversità e omogeneità delle culture del Mediterraneo”), lo psichiatra e scrittore Alessandro Meluzzi (“Oriente ed Occidente nella scienza e nella fede”).

Chiuderà il convegno l’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cosenza 27 ottobre 2007 – Il pensiero di Giordano Bruno.

Cosenza 27 ottobre 2007 – Il pensiero di Giordano Bruno.

“Il pensiero di Giordano Bruno tra scienza e magia: eresia della scelta o scelta dell’eresia?” è il titolo del convegno pubblico che la loggia cosentina “Giordano Bruno” (1145) organizza per il 27 ottobre in occasione del suo decimo anniversario di nascita. Il Gran Maestro Gustavo Raffi parteciperà alla manifestazione che si svolgerà – dalle 16,30 – nel Salone di Rappresentanza del Comune di Cosenza (Piazza dei Bruzi).

In apertura, porteranno saluti le autorità massoniche, con il maestro venerabile della loggia Carlo Cannataro e il presidente del Collegio circoscrizionale della Calabria Filippo Bagnato, e le amministrazioni locali, rappresentate dal sindaco di Cosenza Salvatore Perugini e dal presidente della Provincia Mario Oliverio.

Interverranno, coordinati dal giornalista di “Calabria Ora” Luigi Guido, i Gran Maestri Onorari Morris Ghezzi ed Ernesto d’Ippolito, rispettivamente Ordinario di Filosofia e Sociologia del Diritto all’università di Milano e presidente emerito degli Ordini Forensi della Calabria; il presidente della Corte Centrale del Grande Oriente d’Italia, l’avvocato Antonio Perfetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 26 ottobre 2007 – Giovanni Reale a Villa il Vascello per la presentazione del volume Macrobio. Commento al sogno di Scipione a cura di Moreno Neri.

Roma 26 ottobre 2007 – Giovanni Reale a Villa il Vascello per la presentazione del volume Macrobio. Commento al sogno di Scipione a cura di Moreno Neri.

Venerdì 26 Ottobre 2007, in occasione della presentazione del volume Macrobio. Commento al sogno di Scipione a cura di Moreno Neri (Bompiani, 2007), sarà presente il Professor Giovanni Reale, direttore della collana “Bompiani. Il pensiero occidentale” che ospita il volume. All’incontro interverranno il Gran Maestro Gustavo Raffi, i Professori Giuseppe Girgenti e Silvia Ronchey, la Dottoressa Ilaria Ramelli e il curatore Moreno Neri.

Giovanni Reale, già ordinario di «Storia della Filosofia Antica» all’Università Cattolica di Milano, dal 2005 insegna alla nuova facoltà di Filosofia del San Raffaele di Milano presso la quale ha intenzione di fondare un nuovo Centro Internazionale di Ricerche su Platone e sulle radici platoniche del pensiero e della civiltà occidentale.

La sua tesi di fondo è la seguente: la filosofia greca ha creato quelle categorie e quel peculiare modo di pensare che ha consentito la nascita e lo sviluppo della scienza e della tecnica dell’Occidente. Reale ritiene che la cifra spirituale che caratterizza il pensiero occidentale sia costituita dalla filosofia creata dai Greci. È stato infatti il logos greco a caratterizzare le due componenti essenziali del pensiero occidentale e precisamente a fornire gli strumenti concettuali per elaborare la Rivelazione cristiana e a creare quella peculiare mentalità da cui sono nate la scienza e la tecnica.

Ma se la cultura occidentale non si capisce senza la filosofia dei Greci, questa a sua volta non si capisce senza la metafisica come studio dell’intero. Il lavoro che Reale svolge, studiando i grandi pensatori del passato, vuole servire a un confronto con la metafisica antica e moderna. La preferenza che accorda a Platone dipende dal fatto che il filosofo ateniese è, con la “seconda navigazione” di cui parla nel Fedone, il vero creatore di questa problematica.

Reale si fa portavoce di “un meditato ritorno alle radici della nostra cultura” attraverso la riproposta dei classici, in particolare Platone. Di quest’ultimo, Reale – in sintonia con la Scuola di Tubinga – dà un’interpretazione rivoluzionaria, mettendo in luce la primaria importanza delle dottrine non scritte (agrafa dogmata) di cui riferiscono gli allievi di Platone stesso (Aristotele in primis).

Questo è particolarmente evidente nel volume Platone, alla ricerca della sapienza segreta (Milano, Rizzoli, 1998) in cui Giovanni Reale indaga le dottrine segrete platoniche evidenziandone difficoltà e contraddizioni, perché il filosofo greco ha costruito il suo sistema in un preciso momento storico, mentre un’intera civiltà passava dalla comunicazione orale a quella scritta, e ha constatato l’inadeguatezza tanto dell’oralità tradizionale (esemplificata dai poemi omerici), quanto della comunicazione scritta, fondando un nuovo linguaggio, quello dell’oralità dialettica. Reale conduce, con esemplare chiarezza, il lettore attraverso i concetti guida del pensiero platonico (dalla dottrina delle Idee a quella, elusiva e complessa, dei Principi), mostrandone la straordinaria modernità e la vicinanza all’odierna filosofia ermeneutica. Macrobio. Commento al sogno di Scipione nella collana “Bompiani. Il pensiero occidentale”, diretta da Giovanni Reale, rientra nell’impegno per la conoscenza e diffusione dell’antica saggezza come rimedio al disagio dell’uomo contemporaneo. Di fronte all’assenza di senso che lo accompagna in ogni passo dell’assoggettamento tecnico-scientifico del mondo, dopo aver sperimentato cocenti delusioni, angosce e paure, l’uomo può rivolgere lo sguardo al “remoto” passato, col desiderio di ritornare alle proprie radici. Non è affatto un ritorno acritico, ma l’assimilazione e la fruizione di alcuni messaggi della saggezza antica, che, se ben recepiti e meditati, possono, se non guarire, almeno lenire i mali dell’uo

Udine 19 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (GOi) “è la voce attenta ed attuale della contemporaneità”.

Udine 19 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (GOi) “è la voce attenta ed attuale della contemporaneità”.

“La Libera Muratoria è una voce attenta e attuale della contemporaneità: per questo motivo essa si interroga e dialoga con la società per la costruzione di una società laica, multiculturale e multietnica e che garantisca a tutti gli spazi di libertà individuale, nel pieno rispetto delle leggi dello Stato”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, alla vigilia delle celebrazioni per il 50° anniversario della Loggia “La Nuova Vedetta”. Per l’occasione, il Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Friuli Venezia Giulia, la Loggia “Azzo Varisco” e la stessa Loggia “La Nuova Vedetta”, in collaborazione con il Grande Oriente d’Italia, organizzano il Convegno di studi “Per il bene ed il progresso dell’Umanità”, in programma domani, sabato 20 ottobre, con inizio alle ore 15, a Udine, a Palazzo Kechler.

“La Massoneria – ha aggiunto – è uno spazio libero e adogmatico di sociabilità fortemente educativo e portatore di valori etico morali di apertura intellettuale, di tolleranza, di laicità e di interculturalismo, ove uomini diversi per credo politico e religioso dialogano alla ricerca di valori condivisi. E’ la cornice critica entro la quale si costituisce una società aperta”.

Il Convegno di studi “Per il Bene ed il Progresso della Umanità” sarà aperto dai saluti del presidente del Collegio Circoscrizionale del Friuli Venezia Giulia, Renzo Sagues. Dopo la presentazione di Sergio Parmegiani, Presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Udine, interverranno Giovanni Maria Cecconi, “Pensiero e Azione”; Lucia Giurissa, scuola superiore degli studi di Udine, “L’identità dell’uomo nell’età della tecnica”; Santi Fedele, università degli studi di Messina, “Internazionalismo, pacifismo e tutela dei diritti umani nell’esperienza storica della Massoneria italiana”; Fulvio Salimbeni, università di Udine, “La cultura della pace in un’epoca di nuove barbarie”; Enzio Volli, università di Trieste, “I diritti dell’uomo, la costruzione massonica del Tempio Massonico”; Antonio Picotti, “Il futuro dell’uomo”.

Fondata nel 1957, “La Nuova Vedetta” raccoglie il testimone della storica loggia “La Vedetta”, attiva a Udine, con alterne vicende legate alla storia del nostro Paese, dal 1913 al 1945. Alla fine della Prima Guerra Mondiale “La Vedetta” si ricostituì ad opera, tra gli altri, di Carlo Marzuttini, Sabino Leskovic, Mario Mascagni, Alberto La Loggia, e mantenne la sua attività fino alla messa al bando della Massoneria voluta dalla dittatura fascista. Si ricostituì a liberazione avvenuta. Alla fondazione ed alle attività de “La Nuova Vedetta” parteciparono tra gli altri massoni illustri quali Azzo Varisco, Antonio Celotti, Marco Cesselli, Giuseppe Delmissier, Enrico Fontanelli, Alcide Labignan, Tito Miotti, Francesco Moschetti, Giuseppe Puicher, Giorgio Pucci, Giacomo Ricci, Giobatta Rizzani, Mario Vecchiet, Carlo Ricci.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 17 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi in Friuli Venezia Giulia, il 19 a Trieste, il 20 a Udine.

Roma 17 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi in Friuli Venezia Giulia, il 19 a Trieste, il 20 a Udine.

A Villach, in Austria, il tradizionale incontro tra Grande Oriente d’Italia, Gran Loggia d’Austria e Gran Loggia di Slovenia

Il Friuli Venezia Giulia si conferma come una delle realtà più importanti per la Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Ricco e variegato il calendario delle iniziative – tutte con la partecipazione del Gran Maestro Gustavo Raffi – che la Massoneria ha organizzato in Regione per il prossimo fine settimana.

Uno dei momenti più significativi è previsto a Trieste, venerdì 19 ottobre, per due importanti avvenimenti: il conferimento, da parte del Gran Maestro Gustavo Raffi, della più alta onorificenza massonica alla memoria di Gabriele Foschiatti, irredentista mazziniano nato a Trieste e morto nel lager di Dachau nel novembre del 1944 e la cerimonia per i festeggiamenti della nomina del professor Enzio Volli – avvenuta nel corso della Gran Loggia 2007 – a Gran Maestro onorario del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Sabato 20 ottobre il Gran Maestro Raffi sarà a Udine in occasione delle celebrazioni per il 50° anniversario della loggia “La Nuova Vedetta” e per una importante iniziativa culturale. Dopo la riunione rituale, “tornata” in gergo massonico, le celebrazioni prevedono, infatti, il Convegno di studi “Per il bene ed il Progresso della Umanità” organizzato dal Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Friuli Venezia Giulia e dalle due logge presenti a Udine, “La Nuova Vedetta” e “Azzo Varisco”.
Sarà proprio il presidente del Collegio regionale, Renzo Sagues, ad aprire, alle ore 15, i lavori, che si terranno a Palazzo Kechler, in Piazza XX Settembre. Dopo la presentazione di Sergio Parmegiani, Presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Udine, interverranno Giovanni Maria Cecconi, “Pensiero e Azione”; Lucia Giurissa, scuola superiore degli studi di Udine, “L’identità dell’uomo nell’età della tecnica”; Santi Fedele, università degli studi di Messina, “Internazionalismo, pacifismo e tutela dei diritti umani nell’esperienza storica della Massoneria italiana”; Fulvio Salimbeni, università di Udine, “La cultura della pace in un’epoca di nuove barbarie”; Enzio Volli, università di Trieste, “I diritti dell’uomo, la costruzione massonica del Tempio Massonico”; Antonio Ricotti, “Il futuro dell’uomo”.

Sempre nella stessa giornata di sabato prossimo il Gran Maestro Gustavo Raffi parteciperà al tradizionale incontro annuale tra il Grande Oriente d’Italia, la Gran Loggia d’Austria e la Gran Loggia di Slovenia che quest’anno si terrà a Villach, in Austria. Anche per questa iniziativa sono previsti due distinti momenti: una conferenza pubblica su “Il Rituale e la Musica” ed una cerimonia massonica.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Livorno 14 ottobre 2007 – Prima loggia italiana dedicata ad Alessandro Tedeschi. Fu il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia in esilio nel periodo fascista.

Livorno 14 ottobre 2007 – Prima loggia italiana dedicata ad Alessandro Tedeschi. Fu il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia in esilio nel periodo fascista.

Nasce la prima loggia intitolata ad Alessandro Tedeschi, il Gran Maestro del Grande Oriente in esilio che dal 1931 al 1940 guidò le logge estere facenti capo alla Massoneria italiana sciolta, nel territorio nazionale, da Domizio Torrigiani nel novembre del 1925, a seguito della legge fascista sulle associazioni segrete. E’ rimasto celebre, a proposito, l’intervento di Antonio Gramsci alla Camera (l’unico del suo mandato parlamentare) che evidenziò come l’insieme delle norme contenute nel provvedimento mirasse non solo a colpire la Massoneria, ma a fornire i mezzi legali per eliminare qualsiasi libertà di associazione.

La loggia “Alessandro Tedeschi” (1303) sarà installata il 14 ottobre a Livorno, città natale del Gran Maestro dell’esilio, alla presenza del Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi e la cerimonia, condotta dal presidente circoscrizionale della Toscana Stefano Bisi, si svolgerà alle ore 10 nei locali della Fratellanza Artigiana (Piazza De’ Domenicani), sede della Massoneria livornese.

Nelle prossime settimane, il Gran Maestro Gustavo Raffi sarà nel capoluogo labronico per lo scoprimento di un busto di Alessandro Tedeschi donato dal Grande Oriente al Comune e per la presentazione di un libro, edito dal Mulino, dedicato dallo storico Santi Fedele a questa figura simbolica del “fuoriuscitismo” italiano nel periodo fascista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Milano 13 ottobre 2007 – Carducci poeta civile.

Milano 13 ottobre 2007 – Carducci poeta civile.

“Carducci poeta civile” è il convegno organizzato il 13 ottobre (ore 16) dalla loggia milanese “Giosuè Carducci” (25) per il centenario della morte del celebre letterato, massone e premio Nobel.

Il Salone degli Affreschi della Società Umanitaria (via Daverio 7) ospiterà l’incontro che ha ricevuto il patrocinio della Provincia di Milano. Coordinati dal presidente del Collegio circoscrizionale della Lombardia Paolo Gastaldi, interverranno: gli italianisti Angelo Stella, dell’università di Pavia, che commenterà alcuni brani del poeta, e Francesco Spera, dell’università di Milano, che parlerà del “Carducci letterato”; il filologo Felice Israel, dell’Università di Genova, che affronterà il tema “L’Inno a Satana tra tenebre e ragione, e lo storico Aldo Mola al quale è stato affidato l’argomento “Carducci politico e massone”.

Nel corso dei lavori l’attrice Anna Nogara reciterà alcuni testi carducciani. Per l’occasione la loggia “Giosuè Carducci” ha realizzato una medaglia commemorativa opera dell’artista Antonio Purpurra.

Info: Società Umanitaria (tel. 02 5796831 – fax 02 55118469),
Collegio circoscrizionale della Lombardia (tel. 02 6572442 – fax 02 6572606)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Bolzano 13 ottobre 2007 – Progetto Uomo: convegno sulla bioetica.

Bolzano 13 ottobre 2007 – Progetto Uomo: convegno sulla bioetica.

La loggia “Castrum Majense” (216) di Merano compie 60 anni e li festeggia il 13 ottobre con una giornata densa di avvenimenti che uniscono cultura, ritualità ed evasione. Il programma prevede in mattinata a Castel Mareccio (Sala Römer), con inizio alle ore 10, un convegno della rassegna “Progetto Uomo” dal titolo “I confini della bioetica”.

Dopo il saluto del presidente del Collegio circoscrizionale del Trentino-Alto Adige, Roberto Cirimbelli, e la presentazione del giornalista Giuseppe G. De Cesare, moderatore dei lavori, intervengono: il sociologo del diritto Morris Ghezzi, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia; la filosofa Luisella Battaglia, membro del Comitato Nazionale di Bioetica; don Paolo Renner, direttore dell’Istituto di Scienze Religiose di Bolzano; il filosofo della politica Claudio Bonvecchio. Chiude il convegno il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Il pomeriggio sarà dedicato ai lavori rituali. Alle ore 17 è previsto il ritrovo dei massoni presenti all’Hotel Alpi (via Alto Adige) per poi procedere in pullman a Castel Katzenzungen di Prissiano dove si terranno i lavori di loggia a partire dalle 18,30.
La giornata si chiuderà con un’agape bianca (quota di partecipazione 50 euro a persona).

Info: tel&fax 0471 982775 Prenotazioni: roberto.cirimbelli@highstyle.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Bolzano 12 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (Goi): “la libertà di ricerca scientifica è espressione primaria della libertà umana”.

Bolzano 12 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Raffi (Goi): “la libertà di ricerca scientifica è espressione primaria della libertà umana”.

“La libera ricerca scientifica è espressione primaria della libertà umana e motore irrinunciabile del suo sviluppo: essa non può essere messa in discussione in nome di pregiudizi e paure che – nascondendosi dietro agli appelli tesi ad evitare un uso distorto delle scoperte scientifiche – vogliono impedire alla scienza di progredire. Riteniamo che i risultati delle conquiste scientifiche e le loro possibili applicazioni pratiche debbano, in primo luogo, tener presenti il benessere e la qualità della vita umana”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, anticipando alcuni dei temi che saranno oggetto del convegno di studi “I confini della bioetica” in programma domani, 13 ottobre, a Bolzano, Castel Mareccio – Sala Römer, ore 10.

“Riteniamo che le religioni – ha aggiunto – non possano limitare a priori la legittima aspirazione dell’umanità ad emanciparsi dal dolore per il solo timore che alcuni postulati, formulati molti secoli or sono, ed in palese contrasto con le conoscenze attuali, vengano superati e, quindi, sconfessati.”

“L’etica e la morale – ha concluso il Gran Maestro Raffi – conquiste umane irrinunciabili, devono servire a guidare il comportamento di fronte al mutare delle nostre condizioni di vita ed all’incalzante aumento del sapere: senza che mai diventino l’alibi per fermare la continua e inarrestabile crescita della nostra conoscenza e la sete di sapere che contraddistinguono la vera essenza dell’uomo”.

Al Convegno di studi “I confini della bioetica” interverranno moderati dal giornalista Giuseppe De Cesare, Morris Ghezzi, Ordinario di Sociologia del Diritto presso l’Università di Milano; Luisella Battaglia, Ordinaria di Bioetica presso l’Università di Genova, Membro del Comitato Nazionale per la Bioetica; Don Paolo Renner, Teologo, Direttore dell’Istituto di Scienze Religiose di Bolzano; Claudio Bonvecchio, Ordinario di Filosofia delle Scienze Sociali presso l’Università degli Studi dell’Insubria. Le conclusioni saranno tratte dal Gran Maestro Raffi.

Silvia Renzi, 3382366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Taranto 12-14 ottobre 2007 – I cento anni della “Giulio Cesare Vanini”.

Taranto 12-14 ottobre 2007 – I cento anni della “Giulio Cesare Vanini”.

Tre giorni di festeggiamenti per la loggia tarantina “Giulio Cesare Vanini” (44) che compie quest’anno un secolo di vita. L’appuntamento è fissato dal 12 al 14 ottobre con un fitto programma di celebrazioni per massoni e non. La prima giornata è dedicata ai membri del Grande Oriente d’Italia che alle ore 18 si riuniranno in tornata rituale nella casa massonica di Via Sforza e, di seguito, in agape fraterna presso il ristorante “Ebalia” della città.

Una visita guidata nella Taranto vecchia (dalle 10,30) sarà il primo impegno per il giorno successivo, 13 ottobre, che sarà caratterizzato dal convegno pubblico “1907-2007 Centenario della loggia Giulio Cesare Vanini” che si svolgerà nel Salone della Provincia (Via Anfiteatro 4) alle ore 17. In primo piano la storia della Massoneria nel Meridione e dell’officina celebrata. Dopo i saluti del maestro venerabile Giovanni Ammirati, del presidente del Collegio pugliese Mauro Leone e del consigliere dell’Ordine in Giunta, Carlo Petrone, interverranno: gli storici Fulvio Conti (“La Massoneria nel Mezzogiorno d’Italia dall’Unità al Fascismo”) e Francesco Paolo Raimondi (“Giulio Cesare Vanini nell’Europa del Seicento”), Carlo Parrini e Francesco Guida (“La Massoneria e la loggia Vanini nella città di Taranto”) delle logge “Vanini” e “Giuseppe Mazzini” (1277) di Taranto.

I lavori saranno chiusi dal Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi. Il 14 ottobre sarà la giornata conclusiva delle celebrazioni che termineranno in mattinata con un concerto dell’Orchestra ICO della Magna Grecia (ore 11) sempre nel Salone della Provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Taranto 11 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Aggiunto Bianchi “sempre più attivi nella vita culturale e sociale di Taranto”.

Taranto 11 ottobre 2007 – Massoneria: Gran Maestro Aggiunto Bianchi “sempre più attivi nella vita culturale e sociale di Taranto”.

Tre giorni di iniziative, da domani al 14 ottobre, a Taranto, per la loggia dedicata a “Giulio Cesare Vanini” che quest’anno celebra un secolo di vita. Dopo la giornata di domani, venerdì 12 ottobre, che sarà caratterizzata da una riunione rituale nella casa massonica della città, il giorno successivo, 13 ottobre, si terrà il convegno di studi “1907-2007 Centenario della loggia Giulio Cesare Vanini”, organizzato dalla omologa officina con il Patrocinio del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

“Queste manifestazioni – ha detto il Gran Maestro Aggiunto, Massimo Bianchi che sarà a Taranto in rappresentanza del Gran Maestro Gustavo Raffi – dimostrano, ancora una volta, la partecipazione attiva del Grande Oriente d’Italia alla vita culturale e sociale della città. Una Massoneria viva e feconda, deve, infatti, continuare a proporsi alla società civile con i suoi valori di pace e di tolleranza, ed offrirsi come luogo di incontro culturale e multiculturale. Non può essere ripiegata su se stessa e sulle sue dinamiche interne, come un corpo estraneo alla società civile, altrimenti rischia di ritrovarsi marginalizzata come un contenitore incomprensibile o sterile”.

“Occorre sottolineare – ha aggiunto – il ruolo educativo della Massoneria, la sua funzione di strumento di formazione del cittadino laico nella moderna società civile. La grandezza storica della Massoneria risiede proprio nella sua capacità di attrarre gli spiriti più liberi e critici, coloro che non si accontentano di risposte scontate o di una facile ortodossia, ma che sentono emergere dentro di sé un’ansia di incontro e di dialogo”.

Il Convegno di studi “1907-2007 Centenario della loggia Giulio Cesare Vanini” in programma alle ore 17 nel Salone della Provincia (Via Anfiteatro 4) sarà aperto dai saluti del Gran Maestro aggiunto Massimo Bianchi, del Maestro venerabile Giovanni Ammirati, del presidente del Collegio pugliese Mauro Leone e del consigliere dell’Ordine, Carlo Petrone.
Seguiranno gli interventi degli storici Fulvio Conti “La Massoneria nel Mezzogiorno d’Italia dall’Unità al Fascismo” e Francesco Paolo Raimondi “Giulio Cesare Vanini nell’Europa del Seicento”; di Carlo Parrini e di Francesco Guida “La Massoneria e la loggia Vanini nella città di Taranto” rispettivamente delle logge “Vanini” e “Giuseppe Mazzini”.

Domenica 14 ottobre, a conclusione delle celebrazioni si terrà, alle ore 11, sempre nel Salone della Provincia un concerto dell’Orchestra ICO della Magna Grecia che eseguirà, tra le altre, musiche di Mozart, Handel, Bottesini e Britten.

Sabato 13 ottobre, il Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi, incontrerà la stampa, alle ore 11,30, Salone della Provincia.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa