Gran Maestro aggiuntoTorinese, è nato il 4 giugno 1946. La sua vita massonica inizia nel 1968 nella Loggia Pedemontana di Torino, appartenente alla Serenissima Gran Loggia d’Italia, poi entrata in seno al Grande Oriente d’Italia il 13 dicembre dello stesso anno. In seguito, Sergio Rosso ha aderito alla torinese Adriano Lemmi (864), di cui è stato maestro venerabile dal 1977 al 1979 e dal 1982 al 1984. Consigliere dell’Ordine dal 1984 al 1987, è stato Garante d’Am

icizia dal 1987 al 1989. Nel triennio 1990-1993 ha ricoperto la carica di Secondo Gran Sorvegliante nella Giunta del Grande Oriente d’Italia. È Gran Maestro onorario dal 2013.

Dal 1983 è presidente degli Asili Notturni Umberto I di Torino, ente morale in prima linea per la cura e l’assistenza dei poveri e degli ammalati. Impegnato da sempre nelle opere di solidarietà massonica, ha lavorato senza sosta, con umiltà e capacità di progetto, a dare forza a una realtà che ogni anno accoglie migliaia di indigenti, giovani e anziani privi di un tetto, lontani dalla terra natale e dalla famiglia, sbandati, oppressi dalla fame e dal freddo, che bussano alle porte degli Asili di Via Ormea. Le ultime iniziative, in ordine di tempo, riguardano l’apertura di ambulatori dentistici e per il disagio psichico, ma anche progetti per bambini, in collaborazione con il Comune e le istituzioni. In altre realtà lavorative, ha ricoperto numerosi incarichi, amministrando società di cui è stato presidente o amministratore delegato (“Coleco Leasing”; “Intra International” Leasing; “Gamma Leasing”; “Sodedil Leasing”). Dal 1996 al 2001 è stato vice presidente Emarc Bay Celic S.p.a. (automotive) Gruppo Tofas – Turchia. Forte anche il suo impegno nel mondo delle associazioni. Sotto questo aspetto va ricordata la sua presidenza del Comitato per la realizzazione della Casa di Accoglienza dell’Ospedale di Candiolo, poi inaugurato nel febbraio 2001.